Home Recensione Il momento del bagnetto.

Il momento del bagnetto.

by Giada Lopresti
Come annunciato qualche giorno fa, mi sono state inviate da Calypso un kit bimbi composto da spugne da far utilizzare ai miei due bellissimi principini. Ognuna di queste spugne è perfettamente adatta al loro tipo di pelle e quindi l’ideale per la pulizia e la cura del corpo.
Per Cesare ho utilizzato la junior animal fleur: la prima linea di spugne in rete anallergica fatta apposta per l’igiene e il divertimento dei bambini. In morbida fibra anallergica è ideale infatti per detergere le pelli più delicate. È tra l’altro garantita dal marchio CE che offre una sicurezza al 100% anche per i neonati. Di questa spugna ne esistono quattro versioni con colori e personaggi diversi e noi al momento stiamo utilizzando la Baby Duck, una simpaticissima paperetta gialla, che si abbina perfettamente a uno degli accappatoi del mio ometto.
Junior animal fleur papera
Per Vincenzo invece sto utilizzando la natural body spugna in cellulosa arricchita con fibre naturali di puro cotone e lino. La sua composizione completamente vegetale la rende adatta alle pelli dei bambini. Inoltre la superficie irregolare ed estremamente porosa, simile alle spugne di mare, la rende estremamente morbida, maneggevole e piacevole da utilizzare.
Natural Body
Nel post precedente avevo anche accennato a già un mio utilizzo da sempre di questi prodotti per l’igiene personale e con la quale mi sono sempre trovata benissimo per la cura della mia persona. Oggi posso confermare che anche  questi due prodotti dedicati ai più piccoli sono altrettanto validi per le pelli più delicate.
Tra l’altro insieme a i prodotti mi è stata inviata anche una piccola brochure dove vengono indicati i 5 consigli per un bagnetto perfetto con la quale, essendo alla seconda esperienza di mamma e avendone già testato le funzionalità, sono perfettamente d’accordo:
  1. La temperatura dell’acqua. L’acqua del bagnetto deve essere tiepida e non superiore ai 36/37 gradi e l’ambiente deve essere ben riscaldato, sui 24/25 gradi. La quantità ideale di acqua è quella che riempie la vasca per circa 10 cm.
  2. L’orario e la frequenza. Il bagnetto è per il bambino un occasione di gioco e di relax e può diventare un rito che lo prepara per la nanna. Il momento migliore per farlo è dunque la sera, poiché il contatto con l’acqua, favorendo la distensione dei muscoli, aiuta il bebè a rilassarsi conciliandogli il sonno e facendogli rivivere le sensazioni di quando “nuotava” nel liquido amniotico.
  3. I detergenti e le spugne. Si consiglia l’uso di detergenti non aggressivi, specifici per la prima infanzia, privi di sostante profumate, allergeni o additivi in modo da evitare di asportare con il lavaggio, il film idrolipidico che protegge la pelle dei bambini. Le spugne devono essere anallergiche e delicate, per evitare irritazioni e arrossamenti e per poter effettuare un massaggio alla pelle del bambino in tutta sicurezza.
  4. I giochi. Ricreare nella vasca lo stesso ambiente di gioco che il bambino vive nella sua culla o nel suo box, lo aiuterà a vivere quel momento serenamente. Giocando il bambino potrà godere appieno del momento del bagnetto, come dolce momento di coccole e fantastico scambio con i suoi genitori. Per aumentare la sensazione di relax si consiglia di accompagnare il bagnetto con della musica o con delle note del carillon preferito dal piccolo
  5. Presenza di mamma e papà. La presenza di entrambi i genitori o delle persone più importanti della vita del bambino durante il momento del bagnetto è importante per creare con lui un rapporto intimo e speciale. Si consiglia soprattutto ai papà di partecipare attivamente dato che sono naturalmente esclusi da momenti altrettanto intimi come l’allattamento.
Mi permetto quindi di dare un consiglio alle future mamme soprattutto sul punto 5: è bellissimo il momento che si cera facendo al piccolo il bagnetto tutti insieme quindi per quanto possa non essere “naturale ed istintivo” per i vostri compagni essere presenti se riuscite a farli provare e a coinvolgerli una volta non si tireranno più indietro e ne gioverà solo il rapporto padre-figlio.
Cesare e la schiuma
Cesare che si lava
Cesare e la spugna
©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

2 comments

esseremammaoggi 11 Agosto 2014 - 20:20

Ciao! Sei sul mio Top of the Post di questa settimana 🙂
http://esseremammaoggi.wordpress.com/2014/08/11/top-of-the-post-10-11-agosto/

Reply
Giada Lopresti 11 Agosto 2014 - 22:59

Grazie infinite tesoro. sono felice che il mio post ti sia piaciuto ma soprattutto che ti sia stato utile!

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.