Home Gravidanza Una dolce attesa al mare
tankini costume gravidanza anteprima

Una dolce attesa al mare

by Giada Lopresti

Non so se nel resto d’Italia il caldo si sia patito esattamente come dalle mie parti ma certo è che, un po’ per colpa delle alte temperature e un po’ sicuramente per colpa degli ultimi mesi di dolce attesa, io di sicuro ho sofferto il periodo estivo come mai fino ad oggi.

Il bello di abitare in un paese di mare, soprattutto non lavorando, è che ogni giorno di sole è buono per poter trascorrere qualche ora al mare magari in compagnia di marito e figli cercando di rilassarsi il più possibile e godendosi l’aria pulita e i bagni frequenti.
Noi ad esempio abbiamo iniziato ad andare in spiaggia già da giugno organizzando le nostre uscite nonno minuti a causa dell’esponenziale crescita del mio pancione.

Con l’inizio dell’estate infatti sono andata incontro anche all’ingresso del terzo trimestre e quindi alla parte più stancante e grossa della dolce attesa.

Diventando evidentemente più ingombrante e pesante avevo quindi la necessità che qualcuno mi aiutasse a correre dietro ad entrambi i miei figli visto che, con tutta la buona volontà, i miei scatti felini iniziavano ad essere decisamente più lenti e meno reattivi. E oltre a questi fattori, il fatto stesso di voler cercare un po’ di pace e relax sotto l’ombrellone, richiedeva per forza un aiuto esterno in modo da potermi godere anche qualche momento della mia gravidanza.

Si sa però che, soprattutto in base al fototipo di pelle, l’esposizione ai raggi solari in gravidanza non sempre é un toccasana per l’abbronzatura.
Nel mio caso ad esempio devo usare su buona parte del corpo protezioni solari con un elevato fattore protettivo (100 e 50) perché se non lo facessi, rischierei di riempirmi di macchie soprattutto su viso e collo senza contare la classica linea nigra che si forma esattamente al centro dell’addome “tagliando” a metà il pancione.

Prese tutte le precauzioni del caso quindi, per quest’anno ho voluto organizzare i miei momenti al mare dedicandomi anche alla comodità e alla cura del mio corpo in modo tale da far sì che il mio bimbo rimanesse comunque riparato non solo grazie a creme, ombra e attenzioni ma anche con il giusto.

E dopo due gravidanze estive nel quale ho sempre sognato di indossare un tankini ho finalmente  avuto l’occasione per farlo.

Non ero mai riuscita ad acquistarli un po’ perché negli anni passati i prezzi erano decisamente molto più alti e un po’ perché le fantasie che riuscivo a trovare non erano affatto di mio gusto.
Poi dopo la scoperta del sito di Envie de fraise e dei loro bellissimi abiti da cerimonia dedicati alle donne in dolce attesa di cui ne ho già sfoggiati due quest’estate, ho capito che finalmente avrei potuto realizzare il mio sogno.

Tankini envie de fraise costume gravidanza4

Oltre alla vasta scelta di abbigliamento per tutti i giorni e della sezione cerimonia, senza contare altri dettagli molto utili per tutte le future mamme, il reparto mare dello stesso sito era sicuramente ben fornito da un ottimo gusto e stile.
Fantasie e modelli per ogni tipologia di fisico e di gusto tanto che, esattamente per gli abiti scelti, l’indecisione sulla selezione era decisamente troppa.

Dopo un intera mattinata nel cercare di capire quale potesse essere quello migliore per me mi sono lasciata trasportare dal mouse su due modelli diversi con differenti fantasie.
Andando molto di moda le righe ho puntato su una versione più marinaretta mentre per l’altro su una tinta che mi rispecchia decisamente di più sia come disegni che come colori.

Li ho amati entrambi per tutta la nostra estate.

Ho trovato il tankini decisamente più comodo di un qualsiasi altro costume normale (sia esso intero o due pezzi) sia perché mi permetteva di uscire di casa anche senza la maglietta visto che la parte superiore é una canottierina a tutti gli effetti e sia perché all’evenienza potevo trasformarlo in un classico due pezzi semplicemente tirando su la parte inferiore della maglietta stessa.

Tankini envie de fraise costume gravidanza

Al sole il mio pancione rimaneva molto più protetto e quando ero sotto l’ombrellone potevo mettermi comoda secondo le necessità del momento.

Nonostante io abbia iniziato ad usare questi costumi a metà del sesto mese, sono stata in grado di continuare ad indossarli praticamente fino alla fine della gravidanza perché ne il pancione e ne il seno in crescita mi hanno impedito di riuscire a metterli ad ogni occasione che si presentava.
Con i mesi ho infatti notato che il tessuto utilizzato per la creazione di questi comodi costumi é decisamente molto più morbido di quelli comprati in un negozio qualsiasi è questo ha permesso soprattutto alla canottiera a del tankini di adattarsi perfettamente alle naturali dimensioni in aumento del mio corpo.

Inutile dire che averne uno o cento, in tutti i casi sarebbe stato un affare.

E come tante altre cose che di questa gravidanza conserverò, i miei tankini saranno certamente i primi ad essere riposti con cura per un eventuale riutilizzo. Un “riciclo” che per quanto mi riguarda non deve per forza essere legato ad un altra gravidanza ma anche semplicemente alla voglia di sfoggiare qualcosa di comodo e alla moda che sia diverso dal solito costume potendo unire due stili con un un unico modello.

Tankini envie de fraise costume gravidanza2

Tankini envie de fraise costume gravidanza3

Tankini envie de fraise costume gravidanza5

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.