Home LifeBe a mom Settimana 29: piedini a me.

Settimana 29: piedini a me.

by Giada Lopresti
Tempo fa vi avevo accennato, anche se non ricordo se sul blog o in qualche social, che alla soglia degli ormai sette mesi ancora Vincy non si rotola su stesso. Cesare alla sua età già sapeva girarsi da solo sia dalla schiena alla pancia che viceversa, mentre sta volta il lavoro è un pò più lungo. In compenso sta bello seduto e… insomma mamma! Un passo alla volta!!!
Ultimamente però qualche tentativo lo abbiamo fatto e, tra un colpo di tosse e l’altro (si… sempre la stessa meravigliosa tosse che lo lascia respirare 5 giorni al mese), inizia a lanciarsi in qualche esperimento motorio. Questo accade sempre quando il fratello è all’asilo perché, nonostante la grande generosità di Cesare, con lui presente alcuni movimenti si trova costretto a praticarli per forza data l’enorme delicatezza da elefante che ha nei confronti del fratellino.
In compenso, il mio patatone, ha iniziato a prendersi i piedini per portarli alla bocca… che invidia! Non tanto per l’elasticità fuori dal comune che hanno i bambini a quest’età, ma proprio per i piedini stessi. Voi infatti ormai bene o male avete idea di quante righe morbide sia assemblato Vincy e i piedi, anche senza una piega di ciccia, sono enormi e morbidissimi. Scommetto che adesso che ci state riflettendo, anche voi un pochino lo invidiate. Mi sembra di osservare un ragazzo che si gusta il suo meraviglioso panino con la salamella alle quattro del mattino dopo una nottata di baldoria in giro per locali (bei ricordi e vecchi tempi…). Quello per me e per il mio gruppo di amici, era uno dei momenti migliori della serata se non in assoluto il top. Quando arrivava il momento di riempirsi la pancia a tutti passava il sonno, la voglia di andare a casa e allungare la strada per mangiarsi il panino non era un sacrifico anche se l’alba incombeva all’orizzonte. Con Vincy vedo tutto questo.
La sua soddisfazione nel riuscirci, il suo sorriso mentre usa tutte e cinque le dita dei piedi come ciuccio… si lo invidio! Lo invidio perché se glielo facessi io, di quei piedini non ne rimarrebbe nulla!
Nel frattempo quindi mi limito ad osservarlo e a godermi questi momenti, aspettando sempre che, da un momento all’altro, si decida a voler iniziare a gattonare… anche perché luglio si avvicina, e lui dovrà camminare con il fratello davanti alla mamma <3

Seguimi anche su Facebook e gli altri canali social

Firma Giada
©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.