class="post-template-default single single-post postid-6002 single-format-standard elementor-default elementor-kit-10205">
Home Shopping Vestiti d’inverno
Vestiti d'inverno anterpima

Vestiti d’inverno

by Giada Lopresti

Il freddo é arrivato. Sempre se di freddo si può parlare.

Le temperature si sono abbassate, l’umidità é alle stelle e i maglioni hanno iniziato a fare lunghe pile dentro armadi e cassetti. Felpe di ogni tipo e colore vengono piegate ogni giorno insieme a magliette felpate o in cotone pesante costantemente indossate da tutti.
Ovvio… ad ognuno la sua taglia, ma ormai tutto quello che ricorda il caldo e l’estate è ormai chiuso nei vari contenitori per il cambio armadio.
Gli ennesimi contenitori impilati e infilati qua e la nascosti da occhi indiscreti.

Il cambio armadio per l’inverno quindi non solo è stato ufficializzato da questo calo di temperature ma è anche abbondantemente terminato nell’attesa di riuscire a riaprire almeno alcuni di questi stessi scatoloni riposti solo qualche settimana fa. Questo perché ovviamente avendo tre maschietti ho la fortuna di passare l’un l’altro di volta in volta i capi del fratello più grande.

E in questo senso il più fortunato rimane sempre Cesare, il più grande tra tutti e tre.

Lui che non avendo nessuno da cui ereditare ha sempre tutti i vestiti nuovi.
Lui che ormai è in quella fascia d’età dove se si va insieme a fare acquisti decide quello che si può comprare e quello che si deve lasciare in negozio.
Lui che non si sa come nonostante l’età e la passione sfrenata per i super eroi ha sempre decisamente molto gusto.

Ma anche il più piccolo dei tre ha anche qualche piccola fortuna.

Enea è un bambino che cresce a vista d’occhio e molte delle cose dei suoi fratelli in questo periodo della sua vita non si riescono a sfruttare come vorremmo e questo comporta decisamente un pronto intervento da parte mia che di certo non mi tiro indietro negli acquisti di vestiario e accessori.
Da quando è nato infatti in moltissime occasioni mi ritrovo ad assaporare le stesse sensazioni di quando sono diventata mamma per la prima volta.

Mi capita di innamorarmi a vista d’occhio di qualcosa e di comprare quella stessa cosa senza rifletterci solo perché mi piace, perché è di mio gusto ma soprattutto perché so che indosso al mio bambino sarebbe a dir poco perfetta.
Immagini che nella mia mente si materializzano diventando reali una volta che poi gli faccio indossare gli outfit scelti appositamente per lui.

Ecco perché quando un paio di mesi fa andai da Prenatal per del sano e rilassante shopping in compagnia di altre mamme, mi innamorai di tantissimi vestiti per tutti e tre i miei bambini, ma che dopo aver scelto quelli dei due più grandi, mi dedicai con cura a qualcosa da far indossare anche al più piccolo di loro.

Scelsi un completo pensando al Natale, al suo primo momento magico da trascorrere in famiglia e vidi alcune fantasie che mi incantarono.
Questo fino a che i miei occhi non incontrarono IL completo. Quello stesso completo che mi rubò il cuore e che “per cause di forza maggiore” è dovuto diventare nostro venendo a casa con me.

Quella stessa causa di forza maggiore che impedì a mio marito di strangolarmi quando rientrai a fine giornata con due buste immense piene di vestiti.

E a fronte di questo “sacrificio” i BigBro ovviamente iniziarono a sfruttare i loro completi fin da subito per uscire, per l’asilo, per la domenica a passeggio o per una semplice corsa in giardino. Mentre il piccolo no.

Lui ha dovuto aspettare di crescere ancora un pò.

Questo perché il suo completo mi era piaciuto così tanto da decidere che lo avrebbe indossato per il suo Battesimo. Evento che tanto avrei voluto vivere la notte della vigilia di Natale.
E facendo due conti su un ipotetica crescita decisi di prendere una taglia in più per essere certa che a dicembre sarebbe stato in grado di indossare il suo outfit da ometto grande.
E così è stato.

Oggi per la prima volta gli ho provato i vestiti scelti in quel caldo giorno di inizio ottobre. E… devo davvero dirlo?

Vestiti d'inverno completo prenatal

Gli stanno un incanto.

E se è vero che ogni scarrafone è bello a mamma sua penso di poter lodare il mio bambino senza troppe dita puntate sugli eccessivi complimenti.

Il morbidissimo pantalone in cotone vellutato è creato in doppio tessuto appositamente per le temperature più fredde. Elastico in vita, risvolto skinny e passanti per la cintura proprio come un paio di pantaloni da grandi.
La fantasia (dettaglio che mi ha colpito subito) in coordinato alla cravatta della camicia che, scusate se è poco, rende il completo a mio parere molto elegante per una giornata decisamente speciale.
La cravattina si può però decidere di non usarla slacciando semplicemente la fettuccia che la tiene attaccata ai bottoni sotto il colletto della camicia. Una camicia che si è rivelata comodissima perché in realtà è un body per metà cotone (la parte del busto e delle maniche) e per metà cotone ed elastan, che aiuta a rendere la parte nascosta dal pantalone più aderente al corpo e decisamente più comoda sia per le mamme che per il bimbo.

Essendo però il battesimo previsto in una notte solitamente molto fredda, non potevo certamente fermarmi ai soli vestiti. Stabilire un giorno tanto speciale e con i gradi vicino allo zero mi hanno permesso di scegliere anche il giubbotto, il cappellino e le scarpe da culla in coordinato.

Vestiti d'inverno scarpine prenatal

E lo ammetto. Io non sono affatto da scarpine da culla, ma queste erano proprio la morte di questo completo.

Nonostante fossero anche sportive ho scelto un paio di divertenti scarpe aviator in finta pelle marrone, abbellite con finte stringhe elastiche e bordo in finto pelo bianco come l’interno. Insomma un paio di scarpine “completamente finte” ma a dir poco stupende.
Ho scelto poi il cappellino coordinandolo sempre sulle tinte decise per tutto il resto: bianco, panna e nocciola.

Dolcissime orecchie da orso alle estremità di un accurata lavorazione in maglia di cotone con un caldissimo interno in pile e due morbidi pon pon alla fine dei paraorecchie.
E il giubbotto…

Vogliamo parlare del giubbotto bianco con le classiche trecce che, almeno a me, ricordano i caldi maglioni d’inverno?? Morbido, lavorato anche questo in maglia di cotone ma super imbottito per poterlo usare anche come calda giacca invernale.
E poi munito di cappuccio rimovibile che con un neonato non guasta mai.

E dopo una descrizione (e delle foto così) chi ha il coraggio di darmi torto sulla scelta fatta?!

Vestiti d'inverno cappellino prenatal

Il completino è un amore e il risultato finale a dir poco impagabile.

Un outfit che cade a pennello per il suo Battesimo ma che in realtà è adatto ad ogni occasione speciale esattamente come ad una normale routine quotidiana in cui sfoggiare qualcosa di davvero figo e allo stesso tempo di classe.
Un outfit che rimpiangerò fino all’ultimo bottone quando arriverà il giorno nel quale mio figlio non potrà più indossarlo perché troppo piccolo.
Un outfit che, dopo quel momento, per poterlo sfoggiare ancora avrà bisogno di una nuova pelle su cui posarsi e allora forse, bisognerà pensare ad Enea come un futuro fratello maggiore.
Anche se forse il marito (almeno per ora) non è poi così d’accordo.

 

Vestiti d'inverno prenatal

Vestiti d'inverno outfi prenatal dettagli

Vestiti d'inverno giubotto prenatal

#PrenatalVipClub

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.