Home Recensione L’estate e la dermatite atopica
dermatite atopica anteprima

L’estate e la dermatite atopica

by Giada Lopresti

Nella mia primissima esperienza da mamma come probabilmente per ogni donna all’inizio di una nuova e sconosciuta avventura non conoscevo praticamente nulla di questo ruolo così importante.
Con il tempo però ho imparato molto grazie al costante contatto e alla sempre vigile presenza dei miei bambini e, insieme, abbiamo scoperto sempre più l’uno dell’altra. I primi rossori da pannolino, i primi malanni, le prime parole, la prima voglia di indipendenza e molto  molto altro.

Tra tutte le cose imparate però, forse la più lunga da scoprire e da gestire è stata molto probabilmente l’ingiene quotidiana. Come moltissime altre situazioni infatti ogni bambino può essere più o meno soggetto a vari tipi di irritazioni o di incompatibilità con alcuni prodotti.
I detersivi che usiamo per lavare i panni possono essere troppo aggressivi per un soggetto e invece più idonei per un altro. La stessa cosmetica creata apposta per i più piccoli non sempre è tollerata da tutti: ci sono bimbi che hanno una pelle più delicata e altri meno soggetti ad irritazioni con uno stesso prodotto.

Inconsapevolmente quindi i nostri figli fin dalla nascita diventano delle piccole cavie di noi genitori che “testando su di loro” i vari articoli, cercano di trovare quello più giusto per il proprio bimbo.

Questo via vai di prodotti e varie prove, spesso e volentieri però oltre che essere una caccia al tesoro diventano anche parecchio dispendiose soprattutto quando capita di cercare la soluzione per un problema specifico.
Io ricordo bene ad esempio quando nelle prime settimane di vita da mamma, mio figlio soffrì di vere e proprie piaghe sul sederino con tanto di ferite aperte e pelle viva.
Ricordo che girai per giorni acquistando ogni tipo di pomata esistente, lessi ogni tipo di informazione e mi confrontai con il pediatra per capire come mai questo problema non si riusciva a risolvere nonostante i vari sforzi fatti. E solo dopo settimane di prove e decine di acquisti riuscimmo a trovare il prodotto più giusto.

Ed una situazione simile si è presentata proprio l’anno scorso quando scoprimmo, dopo vari mesi, che il più grande dei miei bimbi soffriva (e soffre tutt’ora) di dermatite atopica.

Dermatite atopica

La dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica della cute, che si presenta sotto forma di un’eccessiva secchezza della pelle e sensazione di prurito, che provoca lesioni infiammatorie come l’eczema.
La Dermatite Atopica è molto comune nei bambini di tutto il mondo, soprattutto nel mondo occidentale. Negli adulti questa malattia colpisce circa il 2-5% della popolazione, per i bambini invece la percentuale aumenta fino al 10-20%. La maggior parte dei soggetti colpiti ( il 90%) mostra i primi sintomi prima del compimento dei 5 anni e molti bambini crescono affetti da questa malattia.Scoprì cosa fosse la dermatite solo per caso e trovai questo problema molto fastidioso soprattutto se a soffrirne fosse stato un bambino. L’aver conosciuto in anticipo delle importanti nozioni però mi aiutò a comprendere il problema già alle prime sporadiche comparse. 

L’inverno scorso infatti, soprattutto dopo il bagnetto, mi accorsi che mio figlio presentava forti pruriti in alcune zone del corpo dove la pelle era non solo più secca e ruvida ma anche decisamente più arrossata. Ebbi la conferma anche da parte del pediatra che si trattava di dermatite e che in realtà questo problema che si era presentato, non faceva parte della categoria dei risolvibili ma che di uno di quelli che si può solo alleviare utilizzando dei prodotti specifici.

Anche in questo caso quindi ne provammo di diversi ma non tutti furono efficaci, soprattutto in inverno dove la pelle rimanendo decisamente più coperta e traspirando molto meno si riempiva di queste zone rosse che facevano grattare il bambino fino a lacerarsi addirittura la pelle.

Una soluzione per tutti

Iniziammo poi per caso a provare Baume Intensif, il balsamo liporestitutivo anti-irritazioni, anti-prurito dei Laboratori SVR grazie i consigli di altre mamme che stavano vivendo la nostra stessa situazione e finalmente il problema iniziò davvero ad attenuarsi. Questo mi portó ovviamente ad utilizzarla in modo costante per poter frenare gli sfoghi nei punti più critici come le pieghe della pelle di mio figlio (interno gomito e ginocchio) fino alla scoperta del fatto che è allergico agli acari e proprio per questo forse più predisposto alla dermatite atopica.

L’atopia è una predisposizione genetica a sviluppare alcune reazioni allergiche. Si presenta in vari modi: rino-congiuntiviti, asma, allergie alimentari. In termini dermatologici, oltre ad una iper-reattività alle aggressioni esterne, provoca un’alterazione della barriera cutanea.

La dermatite atopica infatti si presenta con più facilità in soggetti predisposti ad allergie proprio perché già sensibili ad alcuni fattori. La prevenzione ambientale (per quanto possibile visto che la polvere non si può eliminare totalmente) unito all’uso di questo ottimo balsamo ha così favorito una vita più normale al mio bambino.

Nonostante tutto però, adesso che è iniziata l’estate e mio figlio rimane spesso e volentieri solo con gli slip, facendo docce e bagnetto frequenti causa salsedine e sudore non ho smesso di utilizzare la crema anche se gli sfoghi in questo periodo dell’anno sembrano svanire quasi totalmente. Questo succede perché proprio la pulizia è un altro fattore determinante nella comparsa della dermatite atopica.

I consigli di un altra mamma sono sempre un bene prezioso

Purtroppo da mamma posso dire che non è semplice riuscire a trovare al primo colpo la soluzione giusta ad ogni problema dei nostri bambini, ma se c’è una cosa che con il tempo ho imparato è che spesso le altre mamme si rivelano molto più preziose di quanto vorremmo ammettere.
Perché come dice il medico dei miei figli:

[bctt tweet=”il primo pediatra di un bambino è sempre la sua mamma” username=”mammachevita_g”]

Dermatite atopica balsamo intensivo SVR

Dermatite atopica estate balsamo intensivo SVR

Detmatite atopica Balsamo insensivo SVR

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

2 comments

Luca 8 Luglio 2016 - 22:42

Cara Giada, anche io e mia moglie conosciamo la dermatite atopica, purtroppo. La nostra Alma ne soffre e dopo alcune visite la pediatra è stata categorica, non esiste guarigione, semplicemente si impara a conviverci, verso i 12/13 anni si attenua, ma non è una vera e propria guarigione. Prendo nota della crema di cui parli nell’ articolo e a mia volta mi permetto di consigliare due prodotti, il primo è un detergente corpo, officina pelle della mycli, ideale per bagni frequenti. Il secondo consiglio invece è stata l’ ultima scoperta e merita un discorso a parte, la linea è figlia delle terme di Comano, terme specializzate nel trattamento della dermatite atopica con sale pensate proprio per i più piccoli. Tornando ai prodotti comunque, posso dirti essere stato davvero un toccasana per Alma (un mese fa era veramente conciata ed eravamo arrivati al cortisone, dietro consiglio medico ovviamente), l’ intera linea è disponibile on-line ma se vuoi saperne di più, ti consiglio di passare dalla farmacia in via Coni Zugna 56, il titolare è estremamente preparato sull’ argomento (oltre ad essere laureato in farmacia ha preso una specializzazione in dermatologia, questo perché sua figlia ha sempre sofferto di dermatite…), in questa farmacia potrai anche trovare l’ intera gamma di prodotti delle terme di Comano, dove peraltro spero di riuscire a portare mia figlia prima o poi. Fra l’ altro ho scoperto che un certo numero di sedute sono coperte dalla mutua…
Ti saluto, ti faccio i complimenti per il blog e in bocca al lupo per il prossimo arrivo!

Ciao

Reply
Giada Lopresti 26 Luglio 2016 - 18:15

Grazie per i consigli. Non appena termineremo questo flacone provvederò a procurarmi lacrima che mi hai consigliato.
Grazie davvero per aver speso del tempo nell’essere così dettagliato e per i complimenti e gli auguri riservati al mio lavoro e alla mia famiglia. È sempre piacere leggere parole così.
Un caro abbraccio a te e famiglia :***

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.