Home Organization Meglio uno o l’altro?
Anteprima meglio uno o l'altro confronto seggiolini auto Cercaseggiolini.it

Meglio uno o l’altro?

by Giada Lopresti

Sarà forse che per me la sicurezza in auto è una vera e propria fissazione.
Sarà che vivo nella speranza che i miei post e le mie suppliche su come gestire il trasporto in auto con i bambini vengano lette da più persone possibili.
Sarà che credo che in fondo non si dovrebbe essere così superficiali quando si tratta della salute dei propri figli.
Sta di fatto che comunque ogni giorno vedo scene che mi gelano il sangue da parte soprattutto di genitori giovani (e questo punto aggiungerei anche svogliati e menefreghisti) che si comportano come se la sicurezza dei loro figli non sia importante come in realtà invece dovrebbe essere.

Abitando in un paese piccolo e con un centro abbastanza concentrato, è molto raro che si utilizzi la macchina soprattutto per andare a prendere o per portare mio figlio all’asilo. Mi piace passeggiare e sto trasmettendo anche a lui questa voglia di godersi l’aria fresca nel breve tragitto che separa l’asilo da casa, nonostante il rientro sia decisamente in salita.
Quello che però vedo è che, al contrario nostro, ci sono altri genitori, nonni e parenti che per questioni di comodità e delle volte anche di pigrizia (perché magari abitano davvero a due passi dall’asilo) utilizzano l’auto per trasportare i propri piccoli nel rientro a casa. E il problema non è sicuramente la scelta del mezzo di trasporto, ma la superficialità con la quale si affronta il percorso da effettuare lungo o breve che possa essere.
Soprattutto in caso di tragitti relativamente breve, vedo bambini che camminano letteralmente all’interno dell’abitacolo perché secondo chi guida la solfa è sempre la stessa: “sono pochi metri, cosa vuoi che succeda?!” e non dico una menzogna se affermo che spesso e volentieri è per me una sofferenza accompagnare o andare a prendere mio figlio all’asilo proprio per questi motivi. Vedere queste scene mi fa seriamente male (e anche un pò schifo).

Mi chiedo perché ci si comporti così. Perché non si riesce a comprendere che può essere una questione di vita o di morte un comportamento così superficiale contando soprattutto che si parla di figli o nipoti… perché?
Ho visto auto con seggiolini vuoti e altre nella quale non era stato nemmeno fatto lo sforzo di montarne uno (che tanto non si utilizza e sarebbe solo d’ingombro) ma in entrambi i casi non ho davvero idea di cosa sia peggio.

E quando i bambini che ti girovagano per l’auto sono addirittura più di uno? C’è lo scenario nella quale si affacciano dal finestrino stile cane con la lingua di fuori; c’è quello che invece sta in piedi nel sedile passeggero anteriore perché così “vede meglio la strada”; quello che rimane a guardare le macchine dietro la sua facendo le smorfie dal lunotto posteriore; e poi c’è anche il bimbo (e questo è il top) nella versione adesso guido insieme al papà/mamma seduto comodamente sulle gambe del genitore/zio/nonno tra il petto dello stesso e il volanteSpazio vitale 5 cm, pericolosità e rischio di morte in caso di impatto per spappolamento organi e ossa del torace 100%.
No ma tanto a voi non succede…

È anche vero però che la scelta del seggiolino auto non è propriamente una passeggiata. Esistono così tanti modelli in commercio che delle volte invece di facilitare l’acquisto ci confondono solo le idee! Soprattutto se hai un auto piccola e più di un bambino dove indubbiamente con due o più seggiolini lo spazio da calcolare al millimetro è fondamentale per il miglior comfort di tutti.
Io per prima ho avuto delle difficoltà all’inizio. Mi sono fatta affascinare dal brand, dalla colore e dalla forma: fattori decisamente relativi e poco influenti sull’acquisto di un buon supporto. Ma sono stata fortunata perché grazie al mio blog ho avuto la scusa e la fortuna di poter apprendere molte nozioni che oggi trovo indispensabili per una miglior conoscenza di alcuni prodotti.
Ma non tutti hanno un blog e non tutti hanno il tempo di leggere opinioni e recensioni sparse nel web sui milioni di modelli disponibili.

Esiste però il sito di Cercaseggiolini.it che aiuta nella scelta e nel confronto tra più modelli nel caso di indecisione o dubbi e quindi perché non sfruttarlo? Come tanti siti web dedicati alle più svariate ricerche, è un sito gratuito che da un supporto a 360° a tutte quelle persone che hanno bisogno di approfondire o semplicemente conoscere.
Spesso infatti, soprattutto le mamme alla prima gravidanza, si trasformano in macchine da lettura per arrivare al giorno del parto il più preparate possibili e scoprendo la vastità del mondo della puericultura comprendono anche quanto delle volte possa essere complicato scegliere.
E se l’indecisione regna sovrana su cosa acquistare o farsi regalare, basta utilizzare l’apposito tool nel sito per riuscire comprendere le caratteristiche dei diversi prodotti messi a confronto, i prezzi, le disponibilità, e magari trovare anche un negozio dove riuscire ad acquistare il seggiolino scelto ad un prezzo conveniente.

Esistono dei siti che agevolano le nostre giornate nel difficile lavoro dell’essere genitore e credo che sia nostro dovere e nostro diritto approfittare di tanta informazione gratuita per capire a cosa realmente andiamo incontro, per capire cosa e come sia più giusto spendere i propri soldi e comprendere se è meglio l’uno o l’altro.
Usiamo gli smartphone infinite ore tutti i giorni, usiamo il pc per lavoro e per hobby… ampliare la nostra ricerca e i nostri click sfruttando il nostro tempo anche per una migliore conoscenza dei prodotti che devono (o dovrebbero) utilizzare i nostri figli è solo un favore che fate a loro e a voi stessi.
Informarsi è sempre un bene perché l’ignoranza può essere pericolosa e, delle volte purtroppo, mortale.

Cercaseggiolini.it confronto tra seggiolini

I seggiolini auto mostrati nelle foto sono entrambi CybexPallas M-Fix per Vincenzo e Solution M-Fix per Cesare

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.