Home LifeBe a mom Settimana 10: gita fuori porta.

Settimana 10: gita fuori porta.

by Giada Lopresti
C’è chi dice che i bambini troppo piccoli non siano in grado di sopportare i viaggi in aereo per il rumore, il cambio di pressione, il cambio d’aria e a volte anche di temperatura. Io invece credo che se si ha un occhio di riguardo tutto sia possibile nel limite e senza strafare.
In pochi giorni ho infatti organizzato un velocissimo viaggio a Milano con il mio piccolo pupo e nonostante la nostra permanenza sia durata solo 13 ore (arrivati alle 8:00 e partiti alle 21:30) devo dire che la giornata è stata favolosa. Sarà infatti che, nonostante lo smog, l’aria di Milano per me sia la migliore che ci sia e, nonostante la stanchezza, riabbracciare la mia casa dopo tre mesi mi ha fatto sentire la persona pià felice della terra, la ciliegina sulla torta è stata che Vincy per tutto il giorno è stato un vero e proprio angelo.
Il viaggio di andata è stato meraviglioso, non ha battuto ciglio ne mosso un muscolo. Siamo atterrati, ho montato il passeggino chiuso nella sua comodissima valigia, sono uscita dall’aeroporto, ho incontrato mia madre, abbiamo preso l’autobus e lui in tutto questo ha dormito.
Abbiamo fatto tutto il giorno su e già dai mezzi e per la precisione 5 autobus, 2 metropolitane e due tram, e lui dava l’impressione di essere un bimbo di mondo: ogni tanto dava una sbirciata a quello che gli succedeva intorno, si faceva cambiare il pannolino, lo si prendeva un pò in braccio e via, verso una nuova nanna. Probabilmente se avessi la certezza che il suo stare in giro sia sempre questo, un mezzo pensiero di viaggiare tutte le settimane lo farei anche!
Io e mia mamma abbiamo passato una meravigliosa (e troppo corta) giornata in tre, come non facevamo da tempo ormai. Affrontati tutti gli impegni, poco prima di andare in aeroporto non abbiamo potuto non fare una piccola tappa da H&M della quale preferisco omettere lo scontrino (sto diventando malata) ma degli acquisti fatti abbiamo subito sfoggiato un bellissimo cappellino e le calzine. So perfettamente che prima le dovevo lavare ma per questo viaggio non avevo proprio calcolato tutto. Siamo infatti partiti alle 6:30 del mattino con 25° per arrivare a Milano alle 8:00 con  una temperatura di 12°!!! Per metà giornata quindi Vincy è sembrato un piccolo omino Michelin per come lo avevo imbacuccato e nonostante avessi pensato alla tutina lunga, alle copertine, al paravento ecc, non mi ero portata (anche perché sprovvista) ne le calzine ne un berretto.
La parte finale della giornata è stata un pò più movimentata probabilmente perché ormai era stanco di una giornata fuori e il piccolo pallina ha iniziato a frignare un pochino sia prima di imbarcare e sia durante la crociera. Un dubbio perà mi è sorto…che non volesse forse tornare a casa?! Una cosa è certa: Milano ha fatto bene a me e di sicuro ha fatto bene a lui (risultato alla mano) e questo mi rende felice, molto felice. Perché in fondo, anche se non sono nati li come la mamma, Milano fa e farà sempre parte della loro vita e perché la speranza di riabbracciare il mio mondo con la mia famiglia probabilmente non svanirà mai.
Settimana 10 Vincenzo
©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

7 comments

Due volte Mamma 1 Ottobre 2014 - 20:02

Il piccolo Vincy è sempre più bello!!!
PS anche io quando vado da H&M pago senza guardare cosa ho speso…però il sacchetto è sempre pieno…
we love h&m, vero??

Reply
MammaCheVita 9 Ottobre 2014 - 0:45

Grazie ady!! Sempre e per sempre we love H&M XD e anche Vinc ne sa qualcosa…o no?? :***

Reply
Rachele Asnicar 1 Ottobre 2014 - 21:50

Cucciolino…<3 spero di conoscerlo presto!!! evviva i bimbi che amano viaggiare…<3

Reply
MammaCheVita 9 Ottobre 2014 - 0:47

Me lo auguro anche io, perché vorrebbe dire che sto riabbracciando il mio generoso Pietro <3. Se farò sempre così credo proprio che mi muoverà spesso!
:***

Reply
mammapiky 1 Ottobre 2014 - 22:32

Se e dove sta bene la mamma, sta bene anche il bambino…ha lo sguardo proprio sereno!

Reply
MammaCheVita 9 Ottobre 2014 - 0:48

Se le tue parole sono vere, capisco perché mio figlio è sempre incazzato e piange in continuazione XDXD A parte gli scherzi (mica troppo)… Io a Milano trovo la mia pace dei sensi ed effettivamente ho riscontrato che anche Cesare sta molto bene in mezzo allo smog…quindi forse un fondo di verità ci deve essere… :***

Reply
La culla che cresce con lui. | MammaCheVita 16 Maggio 2015 - 1:56

[…] del tuo bambino, sfruttando al massimo le potenzialità di ogni articolo che si possiede. Nel mio viaggio a Milano di settembre, ho avuto un pò di tempo anche per andare da Salina che ha un negozio Stokke proprio […]

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.