class="post-template-default single single-post postid-6070 single-format-standard elementor-default">
Home Shopping Regalo di Natale #6: a ritmo di musica – Imaginarium
Regali di natale imaginarium anteprima

Regalo di Natale #6: a ritmo di musica – Imaginarium

by Giada Lopresti

Mancano solo cinque giorni a Natale. I cinque giorni che saranno sicuramente i più lunghi dell’anno.
I più lunghi perché la casa è uno schifo. Ci sono milioni di panni da stirare nonostante l’asciugatrice abbia fatto capolino a casa nostra ma dove, viste le belle giornate, ho avuto la brillante idea di appendere tutti vestiti sullo stendino.
Anche le pulizie sono indietro anni luce e l’albero di Natale è in continuo rifacimento perché BigV ha deciso di fare quello che non è mai stato fatto da quando sono mamma: far cadere tutte (e sottolineo tutte) le palline dell’albero ogni santissimo giorno.

Tutto questo sono certa che, unito a milioni di altre terrificanti situazioni ingestibili, terrà babbo Natale a chilometri di distanza da casa nostra. E non mi dispiace per i miei figli che tanto bravi poi non sono stati, ma per tutti quei bambini che abitano vicino a noi e che aspetteranno svegli la notte solo per incontrare l’uomo barbuto che sgattaiola dentro casa per lasciare i doni sotto l’albero.

Nonostante tutto però i regali ormai ci sono e i miei figli hanno solo cinque giorni per dimostrare a noi ma soprattutto all’uomo in rosso, che almeno a Natale si è tutti più buoni. O quanto meno ci si prova!

La nostra ricerca dei regali  è partita già da ottobre approfittando di sconti e occasioni di vario genere.
Iniziando dai supereroi abbiamo deciso come sempre di scegliere qualcosa che non facesse discutere i più grandi. Qualcosa che potesse aiutarli a giocare insieme come del resto, tra un litigio e l’altro, amano tanto fare.

Regali di Natale Imaginarium

Degli immancabili però, fanno anche parte i regali musicali.

Loro che di musica vivono ogni giorno e che è come una dipendenza.
Noi che li sproniamo tantissimo seguendoli in quest’avventura che potrebbe trasformarsi anche in qualcosa di più di una semplice e curiosa passione perché la musica apre il cuore e l’anima. Decidendo che questo Santo Natale sarà anche pieno di allegria proprio in questo senso.

Amano cantare e amano suonare tanto da aver collezionato (e rotto) fino ad oggi ogni qual si voglia strumento.
Cantano e suonano le canzoni popolari tipiche della tradizione calabrese insieme al papà. Cantano e suonano a squarciagola le canzoni delle band preferite della mamma. E cantiamo e suoniamo tutti insieme tutto ciò che invece appartiene alle passioni di famiglia.
Ma tamburi, flauti, pianole e organetti non sono mai stati abbastanza. Non sono mai stati così coinvolgenti come invece spero lo siano i loro nuovi doni.

Ai nonni è stato detto di organizzarsi  con l’acquisto di due chitarre uguali a quelle del marito così finalmente la smetteranno di contendersi la sua che per altro non è nemmeno un giocattolo.

Noi invece abbiamo pensato a tutto il resto.

Per loro che amano stare al passo con il tempo, ho pensato che nulla potesse essere più bello di una torre altoparlante per il karaoke. Una e vera propria cassa che amplificherà al massimo i nostri concerti che puntualmente fanno tutti i giorni.
La parte più “triste” è anche che non avendo vicini, non ci sarà nessuno che si potrà lamentare della confusione che si creerà a qualsiasi ora del giorno e questo mi darà il diritto di poter soffrire di un felice mal di testa 24h su 24h in solitudine. Alleluia…

Regali di natale Imaginarium 2

Ma per farli felici diciamo che poco importa.

Il tutto poi sarà ovviamente accompagnato da un nuovo e meraviglioso mini pianoforte elettronico. E non di quelli che hanno il pulsante con le suonerie in loop (almeno questa parte me la sono risparmiata), ma un vero e proprio pianoforte per iniziare ad apprendere le prime nozioni sulle note, imparando a suonare alcune semplici canzoni adattate ai più piccoli.

Mi auguro poi anche che tra un euforia e l’altra, si accorgano che ad aspettarli ci sia anche una cucina, che spero più che altro che mi eviti i continui prelievi di pentole e ciotole dal cassettone sotto i fornelli. Pentole (quelle vere) che tra l’altro non usano sempre per far finta di cucinare, ma che spesso e volentieri diventano a loro volta strumenti musicali di ogni specie e genere.
E se mentre uno dei due cucina l’altro impara ad andare in monopattino, avrò la garanzia di poterli tenere impegnati almeno un oretta potendo così riposare testa e orecchie dai regali precedenti.

Il monopattino ovviamente è 3 in 1. Perché almeno lo potranno usare entrambi senza troppe discussioni.

Regali di natale imaginarium 3

Mancano solo cinque giorni a Natale. I cinque giorni che saranno sicuramente i più lunghi dell’anno.

Ma di regali da incartare ancora ce ne sono tanti e avendo anche un bel da fare, l’unica cosa che posso sperare è che scorrano veloci. Molto più veloci di quanto non corrano già, così da poterci finalmente godere l’uno dell’altro come ultimamente a causa dei tanti impegni succede troppo poco spesso.

E non vedo l’ora di vedere quanto saranno entusiasti nello scartare i regali per scoprirne il contenuto, anche se probabilmente le nostre orecchie soprattutto alla fine almeno della prima giornata, lo saranno un pochino meno.

Regali di natale imaginarium 4

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.