Home Organization Il cambio stagione al passeggino
cambiare passeggino

Il cambio stagione al passeggino

by Giada Lopresti

In questo periodo ho già parlato più volte di come stia diventando leggermente complicato questo cambio stagione. Lo stiamo affrontando a fasi alterne tra giornate di caldo tremendo e di inverno che non sembra volersene andare.
La scelta dei capi per Cesare si sta adattando bene alle giornate che stiamo attraversando e alle esigenze che si stanno presentando mentre per Vincy, oltre al divertimento di cercare due capi uguali al fratellone per travestirli da falsi gemelli la ricerca è principalmente concentrata nel recuperare i vecchi abiti del fratello maggiore utilizzati solo un anno fa e solo per qualche mese, quindi praticamente nuovi.

Se c’è però un fattore che in tutto questo non mi sconforta affatto è che al di fuori di abbigliamento e scarpe (che non sono proprio da sottovalutare), gli accessori di utilizzo quotidiano non cambiano. Se parliamo di lenzuola ad esempio riciclo ormai le stesse da quasi tre anni perché alla fine le dimensioni dei lettini sono bene o male quelle (compreso lo Stokke Sleepi che ha una forma ovale); se parliamo di coperte, abbiamo una scorta estate/inverno di ogni forma-dimensione-colore da fare invidia ad un negozio di biancheria, anche se per svariati motivi ho l’impressione che non bastino mai; se invece parliamo di passeggini, e io che ne ho tanti da poterne davvero aprire uno showroom posso dirlo, non esistono problemi alcuni di cambio stagione. Non esiste estate, non esiste inverno, né mezze stagioni di alcun tipo.

Stokke Xplory Winter Kit bianco

Ormai tutti i passeggini nascono completi di coprigambe, parapioggia, zanzariera e accessori da acquistare eventualmente a parte per ogni necessità di mamma e bimbo. Riduttori, pedane, ombrellini, cuscini reversibili adatti alla stagione e molto altro. Questo significa che un passeggino va bene tutto l’anno: il genitore si adatta, il bambino si adatta e il passeggino anche. Ma questo dipende dal passeggino ovviamente!
Sì perché anche nella categoria dei baby quattro ruote esistono varie alternative, forme, colori, brand e soglie di spesa.

Quasi al terzo figlio io ne ho davvero provati di ogni, dai modelli a buon mercato a quelli di fascia economica decisamente più alta (e a volte poco raggiungibile da tutte le tasche) ma sarei ipocrita nel non dire che ad oggi, quelli che sono risultati i migliori, sono proprio gli articoli economicamente più cari. È anche vero che per me “può esser facile parlare” visto che la maggior parte dei modelli mi sono stati omaggiati per poterne scoprire funzionalità, caratteristiche e difetti, ma questo mi dà modo  anche e soprattutto di parlare delle mie esperienze con sincerità a chi, come me un tempo, cerca nel web opinioni vissute nel quotidiano.
Ecco perché anche se lo ritengo da sempre un passeggino della categoria lusso, lo Stokke Xplory ha caratteristiche che ad oggi tanti suoi fratelli si sognano la notte. Ha un borsone per proteggerlo durante i viaggi, ha una gamma di accessori infinita il cui unico difetto è doverla acquistare a parte ma se volete sapere anche il lato positivo, non è poi così male decidere cosa può essere utile o meno da avere in casa.
In buona sostanza si parla di meno ingombro per una massima resa.

Stokke Xplory Winter Kit VS Summer Kit

Una delle caratteristiche che quindi amo di più in assoluto del nostro Xplory è che lo si può personalizzare tutte le volte che lo si desidera:
non ti piace il colore che hai acquistato? Cambi il kit tessile.
Il tuo bimbo soffre particolarmente il caldo e quando suda la sua pelle si “appiccica” sul passeggino? Basta aggiungere il summer kit e lo proteggi dai raggi solari e dall’eccessiva sudorazione.
Dove vivi fa decisamente troppo freddo per avere solo un semplice copri gambe? Puoi attrezzarti con il winter kit  e sfidare i venti e le temperature più gelide.
E questa è solo una parte delle cose che noi in realtà abbiamo fatto in due anni!

Proprio in questi giorni ho fatto il cambio stagione anche al vestito del nostro passeggino passando da un bianco kit invernale sfruttato pochissimo a causa delle decine di malattie contratte dai miei figli pari alle poche uscite fatte, ad un decisamente più estivo kit “rispolverato” dall’armadio in quanto è lo stesso che abbiamo usato sia  l’anno scorso che due anni fa con entrambi i BigBro. Questo conferma anche la mia teoria del prodotto costoso che dura nel tempo: due bambini pestiferi, due estati costantemente in giro e il nostro rivestimento che sembra così nuovo che non lo scambierei con nessun’altra versione!
Tra l’altro questo cambio d’abito mi è costato meno fatica di una mattinata di shopping: 5 minuti totali di orologio per togliere il winter e montate il summer e il nostro Xplory non solo sembra nuovo ma anche completamente un altro.
Insomma mica male per essere un “semplice passeggino”.

Winter Kit Stokke Xplory

Stokke Xplory Winter Kit bianco2

I prodotti Stokke® sono in vendita presso i rivenditori autori autorizzati Stokke®

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.