Home Gravidanza E anche il sesto è arrivato.

E anche il sesto è arrivato.

by Giada Lopresti
Per ogni mese che finisce ce n’è sempre uno che inizia, e vivere la gravidanza con il tempo che corre così veloce, diventa sempre più facile. Ogni giorno i movimenti diventano più nitidi, più forti e più sicuri, le sensazioni e le emozioni si moltiplicano e l’affetto e i sentimenti arrivano a livelli così profondi che è impossibile stabilirne una fine.
Gli ultimi trenta giorni, sono stati davvero pieni di grandi cose e di grandi novità. Il tempo libero era ridotto al minimo, e le giornate sono corse via veloci. Ho passato le ultime tre settimane a Milano con temperature estive sempre in giro con Cesare e la mia pancia, che è veramente cresciuta sotto i miei occhi. Per chi mi segue e per chi mi legge con una certa frequenza sa che sono iniziati gli acquisti (pochissimi purtroppo) per il corredino dell’ospedale, tra le difficoltà nel trovare sempre qualcosa che possa andare bene ad un bimbo di cui non si sa il sesso. Diciamo che mi sono limitata a quello che ho trovato, senza pretendere troppo nella speranza che il più grosso delle collezioni debba ancora essere esposto. A breve farò anche un post con un assaggio di questi acquisti per avere un parere in merito alle scelte fatte, magari ho sbagliato tutto!!
C’è stato l’arrivo del nuovo passeggino, la carrozza dei miei sogni, al quale aggiungerò la pedana fratellino/sorellina all’inizio dell’estate per abituare Cesare ad usarla, essendo che stare in piedi per lui sarà una novità. E poi ha iniziato finalmente a muoversi il/la piccolo/a Boh, o meglio…non che prima stesse fermo/a ma da qualche tempo finalmente percepisco i suoi movimenti che ad oggi sono veramente distinti e da fuori si inizia a percepire la deformazione della pelle ad ogni colpetto.
Un giorno è successo anche che sono dovuta andare in ospedale perchè una mattina, dopo esserci svegliati, Cesare era in piedi nel letto e involontariamente si è buttato di peso per sedersi sella mia pancia (scambiandola forse per un tappeto elastico umano), onestamente dal dolore che ho provato pensavo di dover partorire! Ho avuto dolori per tutta la mattina, e sono andata al ps dove mi hanno visitato e anche se avevano accertato che sia io che Boh godevamo di ottima salute, hanno preferito sistemarmi in una stanza qualche ora per vedere se c’erano eventuali sviluppi e monitorare così la situazione. Indubbiamente molto premurosi, peccato che ad un certo punto si erano dimenticati di me per dimettermi ma alla fine tutto si è risolto alla grande. Tra l’altro lo spavento c’era stato più che altro perchè era qualche giorno che percepivo i movimenti di Boh e dopo quel colpo c’era stato il silenzio più totale, quindi vi lascio immaginare l’infarto del momento.
L’ultima grande novità in ordine temporale è stata la morfologica, dove ho parlato qui, e ho scoperto che Boh è gia in posizione quindi adesso in base a dove sento colpire mi rendo anche meglio conto se sono calci o pugni. La parte più tenera di tutto questo è quando coinvolgo mio figlio nei movimenti di Boh: gli prendo la mano e l’appoggio sulla mia pancia nel punto esatto dove mi sento colpire e lui mi guarda negli occhi e mi sorride, poi appoggia l’orecchio sulla pancia o gli da i bacini e con la mano mi accarezza la pelle dicendo “Caaaaaaaaaaaaaa” (cara). Questi sono i momenti che amo di più al momento, starei giornate intere facendo questo e osservando la dolcezza di Cesare così infinita e così spontanea, un bimbo di 16 mesi con la sua sensibilità, io non lo avevo mai visto. E questo mi fa ben sperare in meglio per il periodo successivo alla nascita, un periodo di transizione per tutti ma soprattutto per il piccolo Cesare.
Più passa il tempo e più la curiosità aumenta, per tutto. Bisogna solo e sempre riuscire ad aspettare.

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

12 comments

koko pi 29 Marzo 2014 - 14:17

Dai, siamo tutte in attesa insieme a te!! La tua pancia è ogni settimana più bella! ^_^

Reply
Mamma Che Vita 29 Marzo 2014 - 14:41

Grazie tesoro!!! :*

Reply
Marina damammaamamma 29 Marzo 2014 - 14:38

Che bel pancino!!!! 🙂

Reply
Mamma Che Vita 29 Marzo 2014 - 14:41

;*

Reply
mammapiky 29 Marzo 2014 - 17:47

Il tempo però vola e la curiosità sarà presto soddisfatta!!

Reply
Mamma Che Vita 29 Marzo 2014 - 20:12

si si dai, il traguardo si avvicina <3 prima o poi comunque saprò che cos’è!

Reply
Mummyinprogress 29 Marzo 2014 - 19:32

OMG così mi sento indietro su tutto!!! io non ho comprato ancora nulla e la mia Inquilina altro che posizione, è allegramente sdraiata in orizzontale O_o

Reply
Mamma Che Vita 29 Marzo 2014 - 20:14

Ma va! io sto acquistando solo perchè ormai sono dipendente dallo shopping per neonati XD e soprattutto perchè credimi se ti dico che non si trova NIENTE di neutro! quindo se mi salta all’occhio qualcosa non me la lascio sfuggire. E comunque tranquilla la maggior parte delle cose sono piccoli accessori. Appena faccio il post ti twitto così vedrai che non indietro affatto :*

Reply
mamma tra i fornelli e non solo 31 Marzo 2014 - 10:01

hai un pancino bellissimo…stai proprio bene e sei in forma 😉 chissà che spavento per il colpo preso sulla pancia…io l’unica volta che non sentito Andrea muoversi è stata la mattina che poi mi hanno ricoverata per partorire…avevo avuto una notte infernale, tra vomito febbre e lui che non si muoveva…solo che mancavano ancora 15 giorni e non mi ero portata dietro neanche la valigia…lui non si muoveva perchè avevo la sua testa già nel canale del parto ed era bloccato!!! è nato 10 ore dopo <3 buona giornata
Manuela

Reply
Mamma Che Vita 31 Marzo 2014 - 13:26

Cavolo davvero?!?! Chissà che avventura allora!! Ma come hai fatto a non accorgerti che era già nel canale del parto?? io ricordo vivida la sensazione di spingere proprio per farlo incanalare. Immagino che allora per te le contrazioni saranno state solletico :*

Reply
mamma tra i fornelli e non solo 31 Marzo 2014 - 15:14

Si diciamo che fino a 5 cm le ho sopportate benissimo…mi ricordo che appena arriavta mi hanno messo sotto a monitoraggio e mi dicevano “signora ma le ha le contrazioni” ed io all’ostetrica “se figuriamoci, mancano 15 giorni, non ho finito di preparare neanche la valigia, il primo figlio si va sempre avanti e non ho dolore, lei si sta sbagliando” l’ostetrica vedendomi convinta mi ha guardata allucinata, mi ha fatto vedere il grafico delle contrazioni che segnava l’apparecchio del monitoraggio ed era vero, avevo picchi altissimi ma non sentivo niente, mi hanno fatto un’ecografia e da li hanno visto che il bimbo aveva la testa proprio incanalata, mia mamma che era con me ricorda ancora quell’immagine, mi dice sempre: manu sembrava un siluro perfetto incanalato dritto!..a 5 cm però urlavo!!!

Reply
MammaCheVita 31 Marzo 2014 - 16:02

ahahahahh! Hai avuto una gran fortuna allora, ti invidio XD. Io ho iniziato ad urlare da subito e andando avanti è stato solo peggio fino a che non si è incanalato, li mi hanno dovuto loro quando spingere perchè io non sentivo più nulla….UNA LIBIDINE! In pratica mio figlio si è partorito da solo XD

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.