Home Life Rimbocchiamoci il grembiule
primo-giorno-dasilo-anteprima

Rimbocchiamoci il grembiule

by Giada Lopresti

Ricordo ancora con profonda emozione il primo giorno di asilo di Cesare.

Quella mattina mi svegliai emozionata e mentre osservavo mio figlio mi chiedevo quando fosse diventato così grande.

Preparai lo zainetto e tutto il necessario la sera prima e dopo averlo vestito di tutto punto gli feci una foto ricordo proprio davanti alla porta di casa. Andammo a piedi fino all’asilo e io mi sentivo strana e molto nostalgica.
Fu l’inizio di un nuovo importante passo per lui e per noi. L’inizio della sua indipendenza verso questo mondo così strano e tutto da scoprire.

E da quel giorno ormai è passato poco più di un anno e mezzo.

Domani inizierà di nuovo l’asilo e ancora non so se gioirne o meno. L’ingresso di Cesare al secondo anno di materna sarà sicuramente pieno di altre novità ed emozionanti momenti ma forse, almeno per questa volta, quello meno voglioso di iniziare sarà proprio il mio bambino.

La nascita di Enea ha portato molta gioia nella nostra vita e in particolar modo nella vita dei miei figli che ci hanno sorpreso dimostrando un incredibile entusiasmo nei confronti del nuovo fratellino.
Lo stesso Cesare che non è mai stato un girovago ma nemmeno un pantofolaio, fatica ad uscire (anzi non esce proprio) per non lasciare da solo il fratellino quasi come se, senza la sua costante presenza, possa succedere qualcosa al piccolino.

Non conoscendo la possibile reazione dei miei figli dopo la nascita del nuovo arrivato, avevo già deciso che per Cesare l’asilo sarebbe iniziato a metà settembre proprio per evitare che lui potesse associare questo nuovo inizio come un modo per liberarci di lui godendoci solo il piccolino.
Abbiamo pensato che, esattamente come due anni fa per Vincy, fosse giusto che avessero del tempo per conoscersi stando insieme il più a lungo possibile, facendo si che il loro distacco potesse avvenire nel modo più discreto e naturale.

Ma chi si sarebbe mai immaginato che questo super fratello maggiore avrebbe avuto un attaccamento così morboso e protettivo?

La nascita di Enea e il crescente desiderio di dimostrare che Cesare sia il fratello maggiore perfetto non solo ha unito in modo indissolubile i miei figli, ma sta creando addirittura il problema opposto. Il mio ometto grande infatti non ha nessuna intenzione di riprendere a frequentare l’asilo perché per farlo dovrebbe uscire di casa e assentarsi per troppo tempo.
In questa settimana di nuova vita infatti ogni tanto gli abbiamo accennato che lunedì avrebbe rivisto i suoi compagni di scuola e alla notizia è scoppiato letteralmente in una crisi di pianto incredibile come mai gli avevo visto fare.

Questa separazione probabilmente sarà uno strazio più grande di quello che avremmo mai potuto immaginare.

Ecco perché come al solito mi ingegno nel proporgli degli incentivi che possano spronarlo nel convincersi che la scelta di andare all’asilo è la migliore per tutti ma soprattutto per lui.
Ho fatto decine di promesse in questi giorni consapevole che è d’obbligo mantenerle tutte soprattutto perché mio figlio ha una memoria da fare invidia agli elefanti.

Gli ho promesso che gli avrei comprato il grembiulino nuovo (non che avessi scelta visto che quelli dell’anno scorso gli stanno piccoli e passeranno al fratello quando a gennaio inizierà il nido).
Gli ho promesso che avrebbe avuto un asciugamano tutto suo, con il saccehttino per il cambio abbinato.

Primo giorno d'asilo accessori Cesare 2

Gli ho promesso che sarebbe andato a scuola con la sua nuova cartella e che sarebbe stata la più bella di tutte perché avrebbe avuto le ruote.
Gli ho promesso che nel suo zainetto avrebbe portato tutto quello che voleva compreso il suo portafogli du Superman, le merendine, il succo di frutta, l’acqua e lo spazzolino con l’astuccio azzurro.
Gli ho promesso che avremmo riempito tutte le sue cose con le etichette adesive che tanto gli erano piaciute anche l’anno scorso.
Gli ho promesso che tra qualche mese anche Vincy sarebbe andato all’asilo con lui e che avrebbe dovuto essere d’esempio perché sicuramente in quei mesi di adattamento, lui sarà di grande appoggio per BigV.
Gli ho promesso che anche Vincy avrà una cartella tutta sua ma che non andrà mai in gita senza di lui.

Primo giorno d'asilo accessori Vincy

Primo giorno d'asilo grembiule Vincy

Ma la cosa più importante di tutte è stata promettergli che Enea lo avrebbe accompagnato ogni giorno fino davanti alla porta della scuola e che lo avrebbe aspettato fino a che non sarebbe arrivata l’ora di rientrare.

E forse sarà questo lo sprono giusto per iniziare questo nuovo (e spero) meraviglioso anno.

Il fratellino che lo accompagna. Il fratellino che lo va a prendere. Il fratellino che lo aspetterà sempre quando lui non sarà al suo fianco.

E mentre attendiamo che questo grande passo lo riesca a fare anche il secondo fratello maggiore, incrocio le dita perché tutto vada bene e che il mio ometto non soffra troppo per questo distacco che sarà costretto ad affrontare.

Primo giorno d'asilo accessori Cesare

Zainetto Superman – zainetto e marsupio Batman: Accademia
Etichette adesive, termoadesivi e braccialetto identificativi: StickerKid (sconto del 15% sul sito StickerKid.it con il codice MAMMACHEVITA)
Grembiuli, sacchetti coordinato e asciugamani: Tutete.com 

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.