Home LifeBe a mom Settimana 41: “primi passi”

Settimana 41: “primi passi”

by Giada Lopresti

Forse parlare di camminare con un bimbo dell’età di Vincy è un pò precoce ma questo non significa che un bimbo non abbia voglia di buttarsi in nuove esperienze e i primi passi sono un ottimo spunto per crescere.
Il piccolino adesso ha nove mesi e ancora di gattonare non se ne parla. In compenso però ha iniziato già da qualche tempo a tirarsi su in piedi da solo e, a Milano, con la scusa del box ha iniziato ad allenarsi in modo molto frequente. Prima infatti riusciva a fare leva sul suo corpo solo aiutandosi da supporti ad altezza viso mentre adesso, inizia a tirarsi su agganciandosi anche ad oggetti i una posizione un pò più alta richiedendo sicuramente un maggiore sforzo fisico da parte sua.

Questa sua fase di “iniziazione alla futura indipendenza motoria” è anche molto apprezzata dal fratello maggiore, che giornalmente freme di poter giocare con lui.
Il fatto che Vincy abbia la fortuna di avere Cesare, fino ad oggi mi ha fatto credere che ci fossero più pregi che difetti e uno dei più importanti è che sicuramente Vincy cerca di imitare suo fratello in qualsiasi cosa e coinvolgerlo in ogni suo progresso. Lo osserva e lo studia in continuazione e nei gesti di routine quotidiana tenta di ispirarsi il più possibile.

In molti, in questo periodo di primi tentativi, mi hanno detto: “Non importa se non gattona sicuramente camminerà direttamente“. Premesso che non è che abbiamo fatto la scoperta dell’acqua calda perché OVVIAMENTE anche Vincy prima o poi dovrà camminare, questa affermazione non è però, secondo me, del tutto vera. So di bimbi che hanno gattonato tardi o non l’hanno proprio fatto eppure anche il passeggio ai primi passi è stato lento e lungo.
Quando succede questo io non credo sia dovuto dal fatto che ci sono dei bimbi che sono dei fenomeni e altri invece che non lo siano, piuttosto credo che invece siano gli stimoli che li circondano ad essere diversi.
Credo che in questo possa influenzare molto anche il tipo di carattere o di personalità di un bambino. I fattori da prendere in considerazione sono davvero molti

Io ad esempio userò questo profondo amore e ammirazione fraterna per spronare Vincy a muoversi. A lui piace imitare il fratello quindi, visto che Cesare non gattona ma cammina ma soprattutto adora essere ben voluto dal piccolino, quale scuola migliore di lui? Staremo vedere con il tempo se questo trucchetto è riuscito a funzionare come sperato.

Istantanee Settimana 41 Vincy

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.