Home LifeBe a mom Settimana 34: riprendiamo lo svezzamento

Settimana 34: riprendiamo lo svezzamento

by Giada Lopresti

Mi sono ancora persa nelle mie pubblicazioni settimanali sullo sviluppo di quel ciccio pasticcio di mio figlio. Meno male che godo di una memoria di ferro e riuscire a perdermi determinati argomenti lo ritengo quanto meno abbastanza complicato.

Questi sette giorni in particolare, tra l’altro, sono stati molto importanti per la crescita di Vincy in quanto è stata la prima settimana di ripresa allo svezzamento nella quale io in primis, mi sono impegnata molto duramente per non mollare al suo primo rifiuto. Riprendere non è stato affatto semplice anzi, l’immagine della tetta di mamma eccheggiava nella cucina come un richiamo dalla natura ma io io, tenace e paziente, ho perseverato nella missione pappe.

Non vi nego che l’inizio è stato catastrofico: quattro, cinque cucchiaini al massimo e anche difficili da far mangiare. Già dopo la prima sera ero avvilita, senza forze, ma soprattutto dispiaciuta del fatto di non essere in grado di riuscire a svezzare il mio bambino. Sapendo che le pappe lo disgustavano sono passata direttamente alla pastina ben cotta. La mia domanda era infatti che se  già mangiava pane e brioches, tentare con la pastina micron non sarebbe potuto essere dannoso.

Secondo giorno, altro fallimento. Anche qui quattro/cinque cucchiai a voler esagerare. In tutto questo negli ultimi dieci giorni era tornato un’altra volta a perder  peso. Troppo calo di peso in troppo poco tempo. Questo mi ha costretto a dover chiamare il pediatra ed è stato così che è arrivata la notizia che mi fece tremare nelle mutande: “quanto ha il bambino?” “quasi otto mesi” “e quanti pasti solidi fa al giorno?” “veramente abbiamo ripreso lo svezzamento pochi giorni fa, e nonostante tutto ancora si rifiuta di mangiare, quando va bene arriviamo a 10 cucchiaini, comunque fa un solo pasto” “Ok, inizia a fargliene due” O.O

Oddio… forse non avevo saputo spiegarmi… Già mio figlio non mangiava un pasto solo, cosa avrebbe fatto con due? Ero nel panico.

Ripresa dalla scioccante notizia, decisi che avrei seguito il consiglio del pediatra perché d’altronde forse il bambino iniziava davvero ad aver bisogno di qualcosa di più della testa della mamma, tutta quella ciccia in fondo non sta li solo per bellezza, deve essere mantenuta!

Il giorno successivo decisi quindi di iniziare la doppia sfida: pastina a pranzo e cena. Non nego che momenti di difficoltà ce ne sono stati, e forse la poppata precedente al pasto solido gliela facevo troppo vicina, ma non mi sono arresa e il risultato è stato di non potermi comunque lamentare dei risultati. Abbiamo dato così finalmente inizio allo svezzamento (per l’ennesima e spero ultima volta).

Istantanee settimana 34

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

8 comments

Francesca 27/9 9 Aprile 2015 - 22:53

Ciao, hai provato con l’autosvezzamento? Io mi sono trovata benissimo sia col primo, che come Vincy non ne voleva sapere, che col secondo.

Reply
Giada Lopresti 11 Aprile 2015 - 15:41

A dire il vero ho tentato, ma ammetto con poco successo! Non riesco proprio a capire se sono io che sbaglio in qualcosa e nell’eventualità come sbaglio. Di preciso tu come ti sei regolata?
Un abbraccio :***

Reply
Francesca 11 Aprile 2015 - 22:50

In realtà continuo a preparare le cose di sempre stando attenta solo ad evitare i fritti, il burro e le cose troppo salate. O condite.
Per esempio faccio la pasta al pomodoro con il soffritto fatto con l’acqua e uso un formato di pasta facile da maneggiare tipo i fusilli o le pipe. Poi lo lasci fare… Avrai fusilli in ogni dove ma vedrai che ogni giorno mangerà sempre di più.
Oppure il passato di verdura normale con il riso. Lo faccio un po’ spesso così lui, che tenta di usare il cucchiaio, riesce a prendere qualcosa. Poi comunque io sono li a fianco e lo aiuto

Reply
Francesca 11 Aprile 2015 - 22:57

Dimenticavo: ivviamente mangiano poco all’inizio… Assaggiano più che sltri, manipolano molto il cibo, studiano le consistenze. Tutto normale! Poi integri con il latte. Vedrai che in reve tempo chiederà sempre meno latte dopo fino a che non lo vorrà proprio più.
Per me il libro di Piermarini “io mi svezzo da solo” è stato illuminante (oltre che divertente!)

Reply
Giada Lopresti 12 Aprile 2015 - 14:59

Grazie infinite per la dritta. Un libro che leggerò di sicuro! :***

Reply
Francesca 14 Aprile 2015 - 19:46

Ispirata da questo scambio, ho scritto un post sull’autosvezzamento. È un po’ lunghetto ma secondo me, se t’intriga l’argomento, vale la pena. E ho inserito anche i link ai siti e forum che puoi consultare.
Spero ti piaccia e ti sia d’aiuto

Reply
Giada Lopresti 14 Aprile 2015 - 23:10

Che bello davvero??? Sono felice di averti ispirata! Vado subito a leggere :***

Reply
Lo svezzamento biologico con Io e Bio | MammaCheVita 7 Luglio 2015 - 15:11

[…] chi ha seguito le varie fasi del tortuoso svezzamento di Vincy sa che all’inizio del periodo adatto a questa fase (intorno al sesto mese), mi ha […]

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.