Home LifeBe a mom Settimana 33: prima o poi tutto passa

Settimana 33: prima o poi tutto passa

by Giada Lopresti
Finalmente ce l’abbiamo fatta! Piano piano abbiamo debellato ogni malattia e virus. Certo… come ogni cosa serve tempo, pazienza, molta pazienza ma l’importante è riuscire sempre ad ottenere il fine che ci eravamo prefissati e cioè guarire.
Come sempre però scampata da una situazione, ne sopraggiunge subito un altra (ammettiamolo… qualcuno mi ha fatto il malocchio, non possono esistere altre spiegazioni!) e il piccolo pallina, superata l’influenza, ha DI NUOVO un piccolo broncospasmo. La mia domanda adesso è lecita: possibile che io non glielo riesca a curare bene e quindi ritorni con questa frequenza? Non nego che mi è capitato di non fargli l’aerosol presa da altre cose ma addirittura da non dargli le giuste attenzioni così da farglielo ritornare una volta ogni due settimane mi sembra eccessivo. Eppure ‘ quello che sembra.
Ennesimo malessere da combattere, anche se poi osservando bene è sempre lo stesso, ma già il fatto di aver debellato i febbroni da cavallo anti tachipirina sembra un sogno.
Nonostante Cesare sia guarito bene, dopo una settimana di assenza dall’asilo non ha voluto saperne di ritornarci. Ogni mattina dopo la colazione gli ho chiesto se gli andava di vestirsi per andare all’asilo e lui, ogni mattina, è sempre rimasto fermo sul suo no.
Il fatto è che avere in casa due bimbi malati e una tortura, ma se stanno bene non è che sia proprio una vacanza. Avere più tempo da dedicare a Vincenzo non guastava contando il fatto che più andiamo avanti e più diventa appiccicoso (a causa della sua tettadipendenza), e che ancora dallo svezzamento noi siamo lontani anni luce.
Ho così lasciato correre la settimana e mi sono prefissata che dal lunedì le cose sarebbero cambiate: il grande all’asilo e il piccolo con il cucchiaino. Adoro darmi degli obiettivi e delle scadenze, peccato solo che al momento non riesca a gestire la stessa tenacia e organizzazione anche con il blog, ma questo al momento non c’entra nulla XD.
Alla fine, comunque, così è stato: Cesare ha ripreso ad andare all’asilo dopo due settimane felice e contento (e senza vittime) mentre con Vincy il lavoro è un pù più arduo ma stavolta ho deciso di non mollare. L’obiettivo prefissato è tentare, tentare e ritentare se serve e, questa volta, non sarà lui ad averla vinta! Perché se così fosse, sarà il caso che chieda a Ikea di fabbricare una tetta smontabile!

Seguimi anche su Facebook e gli altri canali social

 

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

4 comments

Antonella Drunk of Shoes 13 Marzo 2015 - 17:10

La foto in cui il grande si preoccupa di non far cadere il piccolo è strepitosa!!!
Anche noi in continuo ciclo di malanni….e noi mamme che non possiamo dormire per il pensiero di guardare loro che non stanno bene…come facciamo a riprenderci??

Reply
Mamma Avvocato 17 Marzo 2015 - 11:09

I tuoi bimbi sono davvero bellissimi e Vinci mi sembra super sereno così…ci credo che non vuole cambiare!
Tieni duro e vedrai che riuscirai!

Reply
Claudia 19 Marzo 2015 - 14:52

Ciao cara, mi spiace leggere che ultimamente è stata così dura. Dev’essere proprio pesante dover curare due bambini malati e spero che da ora la bella stagione vi porti anche tanta salute!!
Ti volevo avvisare che ti ho taggata sul mio blog se ti va di partecipare all’iniziativa! Un abbraccio!!

Reply
Giada 24 Marzo 2015 - 16:33

Grazie mille tesoro! Passo subito da te. Un abbraccio grande :***

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.