Home LifeBe a mom Settimana 23: tutti malati

Settimana 23: tutti malati

by Giada Lopresti
La settimana scorsa è stata una settimana molto difficile e stancante, principalmente a livello fisico perché tranne la sottoscritta in casa erano tutti malati. Partendo dal giorno di S. Stefano infatti chi per una cosa e chi per un’altra, in questa casa sembrava di essere in un reparto d’ospedale: Vincenzo con attacchi di tosse molto violenti e frequenti, Cesare con la gastroenterite e PapaCheVita con l’influenza. La vita in casa con tre uomini ammalati?? Non la auguro a nessuno. Ovviamente ero più preoccupata per i bambini piuttosto che per il mio compagno in quanto almeno lui è in età da autosufficienza, ma al di fuori della classica manifestazione della gastroenterite che ha fatto il suo normale corso (e ringraziando il cielo anche abbastanza veloce) devo ammettere di essere stata particolarmente preoccupata per la tosse del piccolo Vincy. È iniziata infatti poco prima di Natale, ma non gli avevo dato peso perché aveva qualche colpo di tosse ogni tanto generalmente causato da un rigurgito, poi la cosa è aumentata fino a degenerare in attacchi così forti da provocargli il vomito. Non funzionava nulla: sedativi, gocce omeopatiche, sciroppi, antibiotici…niente! Non solo non funzionavano ma la tosse ha continuato esageratamente ad aumentare senza concedergli una sola giornata di tregua. Le nottate erano le peggiori perché i colpi di tosse gli impedivano anche un sonno sereno e tranquillo a qualsiasi ora e alzi la mano a chi è toccato dormire sul divano… inutile dirlo. Alla fine i pediatra ha ceduto alla cura con cortisone ovviamente sempre sotto suo stretto monitoraggio ma come si sa per ogni cosa prima che si abbia l’effetto desiderato ci vuole tempo, e continuare a vedere Vincy in quel modo è stato davvero straziante.
Meno male che almeno il giorno di Natale e la notte della vigilia sono stati momenti passati in tranquillità, in famiglia, ma soprattutto di riposo per tutti. Ho percorso con la memoria i momenti della mia infanzia osservando i miei bambini tra le luci dell’albero e i regali da scartare: il primo Natale di Vincy e il terzo per Cesare. Momenti resi ancor più unici dal questo piccolo quarto nuovo membro della nostra famiglia, uno dei due perni della nostra famiglia. Un giorno di serenità, con momenti che rimarranno sempre nella nostra memoria e che non vedo l’ora di rivivere l’anno prossimo nella speranza che possa essere un periodo più tranquillo per la loro salute.
©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.