Home Gravidanza Maschio o femmina?
Anteprima Maschio o femmina

Maschio o femmina?

by Giada Lopresti

È arrivato il gran giorno, quello in cui condivido finalmente con tutti voi la gioia che ho e che abbiamo provato nello scoprire il sesso di Cenza.
Devo fare però una piccola prefazione, anche perché tanto ormai resistere qualche secondo in più non cambierebbe certamente le cose ma, oltre a questo, sento anche la necessità di dover essere comunque sincera fino in fondo.

Poco più di un mese fa, avevo fatto una visita ecografica di controllo che il mio ginecologo aveva definito come pre morfologica. Un ecografica di routine nella quale ci ha tenuto in particolar modo a controllare che effettivamente tutto stesse procedendo a dovere e anticipando per scrupolo personale qualche approfondimento di sviluppo.
La visita andò benissimo (che poi è quello l’importante) e noi iniziammo a vedere nel dettaglio alcune parti ben definite della nostra piccola creatura. Questo fino al momento che io definisco un bellissimo “fulmine a ciel sereno”.

Questi sono i femori… Perfetti” disse il medico. E noi entusiasti della notizia iniziammo anche a notare altro.
Provai una sensazione stranissima e nel silenzio della stanza sorrisi girandomi di scatto verso mio marito che nel frattempo aveva iniziato a sorridere a sua volta.
C’era una scena familiare all’interno di quello schermo, una scena già vissuta qualche anno fa ma continuammo comunque a fare finta di nulla con il sorriso stampato in faccia come due ebeti ascoltando le spiegazioni del mio medico che a quel punto venivano surclassate da quell’immagine ormai fissa nella mente. Un figura senza una certezza ma che mi avrebbe fatto arrivare al parto sicura al 99% del sesso di mio figlio.
Rimaneva quel piccolissimo 1% nella quale sarei potuta e ci saremmo potuti sbagliare confondendoci su un argomento nella quale noi siamo ignoranti, ma era sempre un minuscola percentuale di sorpresa che sarei riuscita a conservare per il grande giorno.
Non ero pronta a sapere, non volevo sapere!

La gioia di scoprire il sesso al momento del parto è troppo grande per farsi divorare dalla curiosità…

[bctt tweet=”La gioia di scoprire il sesso al momento del parto è troppo grande per farsi divorare dalla curiosità…” username=”mammachevita_g”]

Questo dubbio comunque durò poco e cioè fino a quando il ginecologo, involontariamente, a fine visita disse: “va beh dai... È un maschio!
Una conferma dell’immagine che aveva fatto sorridere me e mio marito per buona parte della visita, la stessa immagine con la quale avevamo scoperto nel luglio del 2012 il sesso di Cesare durante la morfologica, un immagine che pure un occhio inesperto come il nostro avrebbe riconosciuto ad occhi chiusi (dopo due pisellini in casa d’altronde è difficile non sapere come è fatto!)

Ero felice, felicissima ma allo stesso tempo un pó dispiaciuta per averlo saputo con così tanto anticipo. Uscimmo di lì contenti e parlammo di questo durante tutto il tragitto verso casa.
Insieme decidemmo di volerlo tenere per noi solo per poter avere un ulteriore conferma durante la visita morfologica. E non che io non mi fidassi delle abilità del mio bravissimo medico, ma solo per uno scrupolo personale soprattutto nei confronti di Cesare che ormai di sorellina non ne voleva più sentire parlare.
Ho trascorso l’ultimo mese pensando alla felicità che avrebbe provato il mio grande AcciugaC nello scoprire che era stato accontentato e che in casa sarebbe arrivato un nuovo fratellino.
La morfologica dunque è stata solo un proforma, un modo per rivedere il nostro bambino osservando come fosse cresciuto e quali e quanti fossero i suoi meravigliosi miglioramenti. Durante l’ecografia poi il primo piano dei genitali ha tolto definitivamente ogni dubbio dell’eventuale confusione con un cordone ombelicale..
No! Quello era proprio un signor pisellino.

Se volete sapere se ci sono rimasta male la mia risposta è no. Sono felice come una bambina il giorno di Natale quando scopre di scartare il suo regalo preferito.
Nonostante infatti si tifasse per una femminuccia bisogna ammettere che, almeno il mio, era un desiderio più che altro dettato dal voler equilibrare un pó i ruoli di casa ma in tutta franchezza non so quanto fossi pronta a pizzi e merletti, e di sicuro non lo ero affatto per vari ed eventuali regali di colore rosa (anche perché solo con un regalo quel colore sarebbe entrato in casa nostra).
E la cosa più emozionante di fare un triplete di maschietti è che FINALMENTE, avrò la possibilità di scegliere il nome di mio figlio senza l’intralcio del dover decidere condizionata da ereditarietà di nonni, zii o quant’altro.
Nostro figlio indosserà un nome pensato e voluto per lui, un nome che lo rappresenti e che sarà deciso dall’unanimità familiare e non vedo l’ora arrivi quel momento. Anche se per ora è ancora presto per parlarne.
La lista dei nomi papabili è lunghissima e la data del parto ancora lontana quindi lo dico da adesso: non ho fretta! E poi è una cosa così bella e nuova che mi spiazza  tantissimo mettendomi quasi in difficoltà XD

Per il momento so che è un maschietto senza nome che per affetto continuerò a chiamare Cenza (anche se poi adesso so per certo che è un Cenzo).
Sono felice… Siamo felici! E per noi è solo questo l’importante. 

Ecografia morfologica maschio o femmina

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

3 comments

Beat - Mamma Ora che faccio? 7 Maggio 2016 - 17:55

Sono felice per te e per voi!! Io ne ho solo uno, che nella mia testa avrebbe dovuto essere femmina e che invece è maschio…e che mi ha mostrato tutta la dolcezza e la felicità che può regalare un bel maschietto!! Quindi ora capisco cosa intendi :)))))) che emozione che deve essere anche il terzo <3 <3

Reply
esdra 15 Maggio 2016 - 23:15

Sono contenta per te. ..io tra le mie braccia stringo una femminuccia di quasi 7 mesi che inizialmente mi avevano detto sarebbe stata maschietto. ma io dentro di me sentivo il contrario…sentivo che era una lei.. è così è stato…istinto di mamma…auguri ancora per il tuo cenzo e…vogliamo il nome!!!

Reply
Giada Lopresti 1 Giugno 2016 - 0:12

Ciao Esdra,
io non ho mai avuto forte sensazioni sul sesso. L’unico grande desiderio era che il mio primo bimbo fosse un maschietto e sono stata accontentata. Devo dire che però non mi dispiace affatto rimanere ancora per un pò l’unica regina di casa. Per il nome invece… siamo ancora in una fase decisionale decisamente molto lunga!
un abbraccio :***

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.