Home Gravidanza LE listE nascita di #Cenza
La lista nascita anteprima

LE listE nascita di #Cenza

by Giada Lopresti
Non sono mai stata organizzatissima dal punto di viste delle liste nascita.

Con il primo figlio non la fecimo. E non ricordo se fosse perché ancora ai tempi non ne conoscevo l’esistenza o forse perché in fondo non ne avevamo un gran bisogno.
Sta di fatto che arrivammo alla tanto attesa nascita di Cesare pieni di cose tra utili e inutili più che altro comprate dalla sottoscritta tranne per quanto riguarda la puericultura più costosa come la cameretta e il trio che invece, ci furono regalati.

Più volte infatti ho detto che soprattutto alla prima esperienza con il pancione, le future mamme (tutte nessuna esclusa) si danno alla pazza gioia con gli acquisti (e per questo anche avevo scritto il post “cosa non regalare ad una neomamma“), comprando davvero tutto quello che di acquistabile esiste dentro un negozio di prima infanzia.
Questo perché dalla nostra ottica di mamme non ancora navigate c’è la visione del “tutto può servire” senza prendere però in considerazione che tendenzialmente con il primo figlio anche i regali molto probabilmente saranno moltissimi.

Io ad esempio alcune cose avevo deciso di non acquistarle né di farmele regalare perché essendo già stracolmi di ogni cosa, non avevamo altro spazio a disposizione per sovraccaricarci anche di oggetti che sarebbero stati utili dallo svezzamento in poi. Cose come il passeggino leggero, il seggiolone pappa, il seggiolino dell’auto post ovetto e altri prodotti utili ma decisamente troppo anticipatari rispetto al periodo in cui sarebbero realmente serviti.

Eppure agli amici più intimi, che mi chiesero cosa poterci regalare di davvero utile, toccarono proprio questi regali per evitare gli ennesimi vestitini, giochini, album portafotografia ecc…

Ricordo che tra casa e cantina eravamo invasi di cose e, soprattutto per quanto riguarda l’abbigliamento.

E non che noi abitassimo in una reggia.

Con la seconda gravidanza invece mi contenni molto di più sugli acquisti sia memore della prima esperienza e sia dovuto dal fatto che nascendo in un periodo totalmente opposto dal fratello maggiore non avrei avuto bisogno di così tanti vestiti ma, forse, principalmente di body smanicati e manica corta.
E con il caldo che ha fatto  quell’estate infatti quelle scelte furono una benedizione.

Feci anche una piccolissima lista nascita ai tempi con qualche articolo sfizioso e utile ma non certamente fondamentali. Della serie se me le regalate li sfrutto altrimenti non fa nulla.
E forse perché ancora dalle mie parti la lista nascita non era ancora una moda o forse perché non erano entrati nell’ottica dell’utilità, alla fine di tutto acquistai da sola lo stretto indispensabile che sarebbe servito.

Questa volta invece non mi sono fatta fregare.

Memore delle due esperienze passate e avendo la fortuna di poter riutilizzare una buona parte dei vestitini di Vincy (nella speranza anche che abbiano la stessa costituzione se no cippa)  ho deciso di organizzarmi a modo mio.
Ho acquistato quello che poteva servirmi per il primo mese di vita facendo anche una cernita tra le cose di BigV e, con queste, mi sono organizzata per i eliminare il più possibile gli sprechi.
Ad esempio non ho comprato lenzuola per la culletta dell’ospedale, non ho comprato copertine (tranne una invernale bellissima), non ho comprato quasi nulla di quello che Cenza indosserà nei prossimi mesi. Tra regali anticipati e il minuzioso riciclo delle cose usate dai fratelli, sono riuscita ad organizzarmi al meglio.

Nonostante tutto questo però questa volta non ho scelto di fare una sola lista nascita ma ben due. E nemmeno tanto corte!

Questo perché tirando le somme e non volendo ricevere abbigliamento come doni ho preferito consigliare a chi avrà piacere di fare un regalo al piccolo Cenza qualcosa che effettivamente sarà utile a lui e a noi. Tutte cose che volente o nolente dovremo acquistare per utilizzare le varie culle, passeggini, ovetti, ecc…
E quindi perché non agevolare il lavoro e di amici e parenti dando loro un idea del regalo perfetto?
Perché non pensare a qualcosa che sicuramente servirà aiutando qualcuno a spendere al meglio il proprio denaro agevolando anche noi nelle spese?

Ma rimane comunque la fatidica domanda: perché ne hai fatte due?

La mia scelta di fare due liste nascita nasce dal fatto che posso aiutare due tipologie di persone: “quelle più comode come la sottoscritta” che amano acquistare tutto tranquillamente da casa senza fare il minimo sforzo e ottimizzando al meglio il proprio tempo, e quelle che invece amano toccare con mano i propri acquisti scegliendo con calma tutti i vari articoli mettendoli a confronto dal vivo.

La prima infatti l’ho creata su Nido di Grazia uno dei siti che amo di più in assoluto per gli acquisti dedicati all’infanzia proprio perché super fornito di tantissimi brand che ancora si faticano a trovare soprattutto dalle mie parti e dei quali molti accessori saranno utili con i tantissimi prodotti che già abbiamo.
La seconda invece l’ho fatta da Prenatal in una delle nostre ultime tappe shopping. Lista visionabile sia online che in negozio anche se l’acquisto è permesso esclusivamente presso un qualsiasi loro punto vendita in Italia.

Sinceramente tra le due trovo più comoda quella di Nido di grazia perché al contrario di quella di Prenatal, da anche modo di vedere cosa stai acquistando grazie alle immagini rappresentative del prodotto. Con la seconda infatti devi andare un pò più per intuito anche se una volta recati in negozio, le addette vendita ti mostreranno pezzo per pezzo quello che la mamma ha scelto di inserire.

Due diversi tipi di comodità, ma entrambe molto utili per noi.

Insomma dopo aver impiegato un intero mese nel fare mente locale di quello che realmente ci servirà con l’arrivo di Cenza, sono sinceramente molto soddisfatta delle mie due liste soprattutto perché tranne per due o tre articoli, chi deciderà di sfruttare queste opportunità potrà davvero farci contenti con poco.
Sono infatti stata abilissima nello scegliere quasi tutti i prodotti molto economici e per questo, mi sono fatta un mega applauso da sola.

Ovviamente visto che in molte mi hanno chiesto delle info in merito alle mie scelte, lascio anche i link per poterle visionare. Ringraziando già da adesso tutte le persone che con un loro pensiero, decideranno di contribuire all’acquisto di queste cosine pensate per Cenza.

Un grazie da noi, un grazie da me ma soprattutto un grazie speciale dal piccolo Cenza

Lista nascita:

  • Prenatal (nome mamma Giada Lopresti)
  • Nido di grazia  (per entrare nella lista utilizzare il codice giada113)

 

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.