class="post-template-default single single-post postid-5441 single-format-standard elementor-default">
Home Gravidanza #eAllaFineArrivaCenza -17
#eallafinearrivacenza -17 anteprima

#eAllaFineArrivaCenza -17

by Giada Lopresti

Proprio oggi parlavo di quanto sia bello tramandare un ricordo vivibile di fratello in fratello e di come questo mi porti tanta gioia nel vedervi uno dopo l’altro utilizzare le stesse cose anche a distanza di tempo.

Fin da quando nacque Cesare ho iniziato a conservare scatoloni interi di vestiti nuovi o quasi con il pensiero che forse un giorno sarebbero serviti per un secondo bimbo. Era quello che speravo perché mai avrei voluto che un giorno Cesare si potesse sentire solo come è capitato a me in alcuni momenti della mia vita in cui avrei voluto avere un fratello al mio fianco per condividere una gioia o un dolore.
Papà sapeva che non era mia intenzione far rimanere tuo fratello figlio unico e lui, da secondo di quattro fratelli, è sempre stato d’accordo con me. Certo è che non pensavamo che il tuo secondo fratello maggiore sarebbe arrivato “così presto”. Fu una gioia e allo stesso tempo fu una sensazione elettrizzante e paurosa perché con tutto che eravamo felici  di quel nuovo arrivo, non sapevo se fosse davvero quello il momento più indicato per mettere al mondo un altro bimbo.

Iniziai però subito a fare un calcolo di quando sarebbe arrivato tra noi e “con dispiacere” scoprì che non avrei potuto tramandargli nulla di quello che era stato usato dal BigBro.

Due bimbi due stagioni.

Uno nato a novembre, l’altro a luglio… impossibile regalargli anche un solo vestitino di quelli conservati. Ma BigV crebbe così rapidamente da sbalordire tutti e nel giro di pochi mese permettersi di indossare i vecchi abiti (di cui molti così immacolati dasembrare persino   nuovi) di Cesare.
Una cosa che farai anche tu con molti vestiti messi via dopo la nascita di BigV almeno fino a che il tempo lo permetterà  .

Ma uno in particolare ci tenevo fosse presente nella tua valigia per il primo giorno tra noi. La stessa tutina che indossò tuo fratello il suo primo giorno di vita e che due anni fa con una semplicissima immagine segnò l’inizio del countdown della sua attesa.

Quel bellissimo pagliaccetto di Prima Classe con quella coccinella portafortuna di cui tanto mi ero innamorata allora e che ho voluto conservare perché nella vita, come dico spesso, non si sa mai.
Ed eccomi qui dopo aver rovistato tra scatoloni per selezionare quello che poteva essere utilizzato senza riempirci ancora una volta di una collezione infinita di articoli (anche se poi alla fine ci siamo riempiti comunque) a ritrovare quella tutina che non vedo l’ora di vederti indosso.
Quella che insieme ad altri piccoli accessori e vestitini sono stati pensati per loro e per te.

Sono felice di poter sfruttare qualcosa dei tuoi fratelli per i tuoi primi importantissimi giorni

E non perché io voglia fare un discorso basato sul risparmio ma perché non c’è niente di più bello della condivisione e delle sensazioni che un pezzo di stoffa così importante può regalarti senza ancora conoscerne il reale significato.

Un significato e un valore inestimabile che un giorno comprenderai e apprezzerai come non penserai di poter fare. Perché quello che spero é che oltre che poter essere uniti come una vera famiglia, voi tre siate anche in grado di apprezzare piccoli momenti che renderanno unica la vostra bellissima vita.

E unica la renderanno anche questi piccoli ma molto intensi momenti.

-17 post

#eAllaFineArrivaCenza

Tutina : Prima Classe
Body smanicato: Chicco
Peluches: Ikea

 

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.