Home Gravidanza #eAllaFineArrivaCenza -10
#eallafinearrivacenza -10 anteprima

#eAllaFineArrivaCenza -10

by Giada Lopresti

Di una cosa sono certa: partorirò in una giornata calda. Molto calda.
Non so perché stasera ho avuto l’istinto di guardare le previsioni del tempo delle prossime settimane e “con molto piacere” ho notato che nella giornata più fredda ci saranno circa ventidue gradi. Nelle ore notturne.
Un vero spasso.

Se infatti penso anche ai parti avuti con i tuoi fratelli, non è che mi sia andata molto meglio.

Cesare nacque il 25 novembre di quattro anni fa.
Andando incontro all’inverno certamente non mi aspettavo di arrivare in ospedale in manica corta ma nemmeno credevo di presentarmi all’ingresso dello stesso con solo una felpa di cotone alle quattro del mattino.
Quel giorno infatti ci furono venticinque gradi. 25 GRADI a fine novembre.

Con BigV poi non è che ci fosse scampo. Era il 21 luglio e di certo non era prevista una bufera di neve.

Mi consolava pensare al fatto che avremmo avuto la stanza con l’aria condizionata così da placare i bollori ma avemmo la grande fortuna di capitare in una di quelle con il condizionatore rotto dove per riuscire  respirare, tenemmo aperte le finestre 24 ore su 24 facendo da colazione/pranzo/merednda/aperitivo/cena agli sciami di zanzare che decisero di farci visita in quei lunghissimi tre giorni senza tuo fratello.

Insomma. Due esperienze bellissime ma in un contesto di afa e sudore inimmaginabile.

Adesso invece tocca a te e anche qui sotto il profilo temperature non andrà di certo meglio. Anche se rimane il fatto che sono comunque speranzosa esattamente come per le prime due volte perché caldo o freddo che potrà fare, l’emozione più grande sarà quella di incontrarti.
E qualsiasi cosa ci possa essere prima, durante o dopo quel primo istante, passerà decisamente in secondo piano.

Ancora mi chiedo se quel momento avverrà in presenza della luce del giorno o del buio del cielo notturno.
Chissà se le stelle brilleranno alte oppure se il sole danzerà in compagnia di qualche nuvola.

Non sapendo nulla di tutto questo perché dipenderà da quando tu deciderai di arrivare tra noi, nel frattempo ho strappato un pezzo di cielo per potertelo regalare.

Come quasi tutte le cose che ho comprato in questi mesi, ogni prodotto acquistato è stato specificatamente pensato per te.
Quando osservavo qualcosa che mi colpiva, la compravo e basta, senza rifletterci particolarmente su. E la stessa cosa è successa questa volta.

Pensando a come i tuoi fratelli apprezzino le lucine notturne ho voluto ricreare un piccolo angolo con tre lucine che spero apprezzerai e che magari ci faranno rivivere in un modo tutto loro il momento del tuo arrivo.

Ti sorrideranno e ti terranno compagnia esattamente come farà sempre ognuno di noi e se ti sveglierai nel buio della notte non dovrai mai avere paura di sentirti solo perché se guarderai nella penombra della luce tenue che questi tre pensierini ti doneranno, al tuo fianco vedrai il mio viso mentre nel frattempo, non lascerò mai la tua mano.

-10 post2

-10 post

-10 post3

#eAllaFineArrivaCenza

Luci notturne: Coccole Gift

 

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.