class="post-template-default single single-post postid-4758 single-format-standard elementor-default elementor-kit-10205">
Home Gravidanza 5 cose per i quali una donna incinta diventa potenzialmente pericolosa
Donna incinta pericolosa

5 cose per i quali una donna incinta diventa potenzialmente pericolosa

by Giada Lopresti

La gravidanza è un momento sacro per ogni donna. Ci si trasforma, si diventa più belle (o almeno così dicono), si trasmette una luce unica che irradia tutte le persone che stanno accanto a lei e soprattutto il momento della dolce attesa, diventa uno dei periodi nella quale si ricevono attenzioni della quale non sicredeva fosse possibile l’esistenza.
I capelli crescono più forti, la pelle è più luminosa, ma ci sono anche dei fattori che spesso soprattutto i mariti e i compagni non ne sospettano nemmeno l’esistenza se si ritrovano alla prima esperienza al fianco di una donna gravida.

Durante i nove mesi non è solo il corpo di una donna a cambiare ma insieme a lui evolvono tantissimi fattori, anche negativi, nel quale ci si potrebbe ritrovare davvero spiazzati. La parola no deve diventare un tabù, consapevoli del fatto che dopo il parto dovrà continuare ad essere così per un sostegno morale e psicologico nei confronti di una mamma che potrebbe anche farvi trovare una nuova serratura alla porta di casa senza che voi ne possediate la chiave per rientrare.
Ecco a cosa bisogna fare particolarmente attenzione se si sta per intraprendere questa emozionante (e snervante) avventura:

  1. Le voglie: personalmente non ne ho mai avute e a mio modesto parere non esistono ma ci sono dei momenti nel quale BISOGNA cedere a chi ha dei desideri improvvisi senza guardare l’orologio, la stagione o il tempo. Se si brama la cioccolata calda ad agosto con 45 gradi all’ombra bisogna avere la pazienza di preparala o trovare nel più breve tempo possibile un bar che sia disposto e fornito nel poter accontentare la richiesta.
  2. Il bagno: la gravidanza porta nella maggior parte dei casi, per non dire in tutti, stitichezza. Non appropriatevi del bagno per ore ma soprattutto rimanete sull’attenti anche se state per morire , perché dovete essere pronti e scattanti per cedere il posto alla futura mamma. Perdere lo stimolo dopo giorni di stipsi potrebbe diventare controproducente… per tutti.
  3. Svestirsi: durante i nove mesi si lievita come se fosse un impasto soffice e con il tempo l’ingombro del pancione rende i movimenti sempre più goffi fino al totale impedimento di alcune essenziali operazioni. Quando inizia la fase del non mi vedo più i piedi (che poi non è nemmeno tanto negativa visto che con il tempo diventano pagnotte) bisogna essere sempre pronti e disponibili ad aiutare l’ingessata mamma nello slacciarsi e allacciarsi le scarpe, nell’infinalrsi e togliersi i pantaloni e se dopo questo vi rendete disponibili anche per un breve e intenso massaggio alle gambe, potreste anche vincere un premio all’altezza del compagno del secolo.
  4. Mentire: lo dico da donna che con la prima gravidanza sembrava diventata Moby Dick sia per le dimensioni generali che per il colore della pelle. Mai e sottolineo MAI far notare alla futura mamma che è ingrassata  troppo. A ricordarlo ci pensa la bilancia ogni qual volta il ginecologo ci chiede di pesarci e vorremmo sprofondare in un vasetto di Nutella per affogarci nella delusione consapevoli che sarebbe solo peggio. La vostra compagna è bellissima indipendente da tutto e anche se si ingoia pure le gambe del tavolo ricordatevi che è anche un pò colpa vostra visto che avete contribuito con quei cinque minuti di attenzione qualche mese prima (a men che vostra moglie non si chiami Santa Maria e voi non siate il buon Giuseppe)
  5. Dormire: è molto probabile che la vostra compagna possa soffrire d’insonnia per svariati motivi causati ovviamente dalla gravidanza unita alla costante crescita del  pancione sempre più voluminoso e scomodo che e questo la renda comprensibilmente più irritabile di quando arrivano le rosse. Se a lei non viene in mente di acquistarlo da sola regalatele uno di quei cuscini per la gravidanza: fanno miracoli! Ma ricordatevi che quel guanciale è suo, non fingete di provarlo solo per rubarglielo perché si sa che crea dipendenza e pur di dormire bene e comodi chiunque potrebbe essere capace di uccidere. Non servitele una licenza alla 007 su un piatto d’argento (anche se questo comporta il fatto che il cuscino venga amato e considerato molto più di voi soprattutto a letto)

Questi spunti sono più dei salva vita per uomini che un vero e proprio elenco di consigli. E se dobbiamo essere anche particolarmente onesti bisognerebbe ammettere che l’elenco non si dovrebbe limitare solo a questi punti ma, in base alla mia esperienza, i cinque descritti sono decisamente i più importanti e comuni.
Attenzione quindi a come vi muovete, a quello che dite e a come lo fate perché quella che avete davanti potrebbe anche non essere più la donna con cui avete concepito un figlio… in bocca al lupo!

©MammaCheVita - Tutti i diritti riservati

You may also like

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.